• Gio. Dic 1st, 2022

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Con “Vecchio Campanile” Davide Eboli si ricandida a Ceres con la sua squadra

DiElena.Caligiuri

Set 2, 2021

CERES – Con la lista “Vecchio Campanile” Davide Eboli si ricandida alla carica di primo cittadino del Comune ceresino. Alle prossime elezioni comunali di ottobre potrebbe esserci una sola lista, ma nulla è ancora definito con certezza.

«La nostra squadra è pronta a rimettersi in campo. Domenico Cirianni lascerà il gruppo per motivi lavorativi – spiega il sindaco Eboli – e vorrei ringraziarlo per tutto il suo lavoro e l’impegno. Inoltre ci saranno due new entry, Attilio Benedetto e Franca Giusti. L’obiettivo di questi cinque anni di amministrazione è sempre stato quello di ascoltare le esigenze dei cittadini e il medesimo impegno verrà nuovamente messo in atto se gli elettori torneranno a darci fiducia.

Quest’ultimo anno e mezzo è stato un periodo davvero complicato, ma le difficoltà dovute alla pandemia sono state affrontate grazie all’aiuto e alla solidarietà che tutti hanno dimostrato e il punto vaccinale ne è stato una dimostrazione. La stessa disponibilità e la capacità d’ascolto, soprattutto nei confronti delle persone più deboli, rimane lo scopo principale del nostro mandato.

Quel che avevamo programmato cinque anni fa è stato realizzato – continua il sindaco – dalla coibentazione degli infissi delle strutture scolastiche da cui abbiamo avuto un risparmio del 40 %, all’appalto dell’ultimo lotto della grande opera del recupero delle acque costato 2milioni e 300mila euro. Un lavoro che, una volta ultimato potrà offrire dei vantaggi all’intera zona che va dall’albergo Miravalle fino alla zona del cimitero.

Poi ancora è stato rifatto il parco giochi, ripulito il terreno della parrocchia che ora avremo in comodato d’uso per vent’anni, allargata la strada a Vernetto dove è stato realizzato un elegante marciapiede, asfaltata la strada e il parcheggio in frazione Chiampernotto.

Con la sostituzione delle lampade a led nel capoluogo siamo riusciti ad ottenere un risparmio del 20% oltre a rendere più gradevole l’aspetto generale sia in viale della Stazione, strada Cernesio, il parcheggio di via Cantoira e piazza Giovanni d’Oldenico e tutta via Torino. Abbiamo potuto sostituire le lampade che erano di proprietà del Comune. Ora ci occuperemo anche delle frazioni. Insieme all’Unione Alpi Graie abbiamo chiesto ad una ditta di intervenire sull’illuminazione pubblica delle frazioni e degli altri comuni, inoltre è in previsione il ripristino della pavimentazione anche nelle chintane, così da ricreare un abbellimento generale dei vari borghi.

Quello che desideriamo con “Vecchio Campanile”- conclude – è poter proseguire un percorso già avviato, offrendo il nostro tempo e la nostra disponibilità per il bene di Ceres».