• Mer. Mag 18th, 2022

la Grafite

Natura, eventi, territorio

È l’Unione Montana Alpi Graie la vincitrice, per l’area interna Valli di Lanzo di uno dei 40 dottorati

DiElena.Caligiuri

Ott 21, 2021

VALLI – L’Unione Montana Alpi Graie con l’Università di Torino è la vincitrice per l’area interna Valli di Lanzo di uno dei 40 dottorati.È

L’Agenzia per la Coesione territoriale ha pubblicato la graduatoria dei vincitori del bando rivolto al finanziamento di ‘dottorati comunali’ da attivare nelle aree interne.

75mila euro

Sono state ben 110 le richieste di partecipazione. Escluse quelle giunte fuori tempo massimo o dopo un’altra istanza proveniente dalla stessa area e quelle che non contenevano integralmente la documentazione richiesta, sono state giudicate ammissibili 65 domande. Tra queste, le prime 40 pervenute in ordine di tempo sono ammesse al finanziamento. Un finanziamento di 75mila euro.

I dottorati hanno durata di 3 anni

I corsi di Dottorato hanno tutti la durata di tre anni (ad eccezione di quello dell’Università Gran Sasso Science Institute, per il quale sono previsti 4 anni). Le aree disciplinari e tematiche sono coerenti con la Strategia Nazionale delle Aree Interne e sono rivolte a garantire l’offerta e la piena accessibilità degli abitanti ai servizi essenziali, promuovere la ricchezza del territorio e delle comunità locali, valorizzare le risorse naturali e culturali attraverso la creazione di nuovi circuiti occupazionali, contrastare lo spopolamento demografico e culturale.

«Il bando – spiega il sindaco di Viù Daniela Majrano, vice presidente dell’Unione Montana Alpi Graie – arricchisce la strategia nazionale aree interne di competenze a livello universitario, competenze che possono offrire un supporto qualificato alle nostre scelte. Il nostro partner universitario, esperto in economia aziendale e management, ci aiuterà  sicuramente a studiare in modo approfondito il tessuto economico del territorio, i bisogni delle imprese e a raggiungere risultati che possano essere diffusi e condivisi anche al di fuori dell’area interna. Senza contare che la collaborazione con il mondo universitario apre comunque nuovi orizzonti e fa dell’area un laboratorio capace di interfacciarsi e confrontarsi con realtà similari, in un contesto di reciproca collaborazione ed arricchimento. Ringrazio il prof. Paolo Biancone per averci proposto quest’esperienza e per aver avuto fiducia in noi.Il bando è  stato vinto dal gruppo di comuni che fanno capo all’Unione Montana Alpi Graie, ma di fatto avrà  come riferimento l’intero territorio dell’area interna Valli di Lanzo».