• Mar. Ott 4th, 2022

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Un treno speciale per ricordare i 100 anni di elettrificazione della Ferrovia Torino-Ceres

DiElena.Caligiuri

Nov 1, 2021

VALLI – Un treno speciale, sabato 30 ottobre, ha voluto ricordare i cento anni di elettrificazione della Ferrovia Torino Ceres. Il 1°Maggio 1921 la Ferrovia Torino Ceres entrò ufficialmente in esercizio e divenne la prima linea al mondo in servizio commerciale alimentata in corrente continua ad alta tensione.

La mattinata è cominciata con la visita di quasi un centinaio di persone, alla storica sottostazione elettrica di Cirié, a seguire il treno speciale, è partito dalla stazione di Ciriè in direzione Ceres con soste di 5 minuti nelle stazioni della tratta alta della linea. Per l’occasione non è mancata una grande accoglienza da parte degli amministratori locali e dei gruppi folkloristici a Lanzo e Ceres.

Al capolinea, a Ceres, i partecipanti hanno potuto visitare la mostra fotografica sulla ferrovia Torino-Ceres con immagini scattate da Beppe Sinchetto e Enrico Suppo, vedere lo storico locomotore FTC15 e conoscere il progetto di treno storico delle Valli di Lanzo a cui il Museo Ferroviario Piemontese.nMa non solo, il consigliere comunale Franca Giusti ha fatto da cicerone alla visita guidata a Ceres e al Museo delle Genti delle Valli di Lanzo. Un pranzo nei locali del paese e, prima del rientro, un dolce omaggio a base di frittelle di mele, offerto dalla Proloco di Ceres e prodotte da Josè del Buongustaio.

«E’ stato un avvenimento importante – ha sottolineato il sindaco di Ceres, Davide Eboli – la storia deve comunque sempre essere ricordata. Tutto ciò va oltre i disagi attuali. Tutti ci auguriamo che nel 2023 ci sia un cambio di rotta netto. Vorrei ringraziare i priori, la Pro loco, le associazioni, il consigliere Franca Giusti che ha illustrato la storia del nostro paese, Diego Genta e Francesco Maggia del Museo delle Genti delle Valli di Lanzo, il museo ferroviario piemontese per la disponibilità nell’organizzare l’evento e il consigliere regionale Gavazza per la partecipazione».