• Ven. Dic 9th, 2022

la Grafite

Natura, eventi, territorio

A Chiaves i lavori di un tempo hanno fatto da cornice alla Natività

DiElena.Caligiuri

Dic 26, 2021

MONASTERO – La tradizionale rappresentazione del Presepe Vivente ha vivacizzato il centro storico di Chiaves la vigilia di Natale.

Il gruppo organizzatore ha voluto mettere in scena una rappresentazione che si svolgeva durante un giorno di lavoro qualsiasi degli abitanti di un tempo.

Sono perciò state riproposte antiche attività lavorative tipiche delle montagne e della cultura francoprovenzale delle Valli di Lanzo. 

Le attività invernali nella stalla, filatura, ricamo, preparazione di caldarroste ed altri lavori tradizionali (falegname, muratore, macellaio, segantini, preparazione della tuma) hanno fatto da corollario alla scena della Natività. Non sono mancati i priori della festa che hanno portato il caratteristico pane della carità, artisticamente addobbato.  Le varie scene hanno attirato l’attenzione del pubblico sistemato sulla scalinata della chiesa parrocchiale.

Al termine della rappresentazione è stata celebrata la Messa di mezzanotte da don Gabriel, sacerdote nigeriano venuto in paese per le feste natalizie. La serata è poi terminata con lo scambio degli auguri tra una fetta di panettone, un bicchiere di fumante vin brulè, preparato dagli Alpini, la cioccolata calda e le ofele preparate dalle signore della piazzetta. «Il ringraziamento doveroso – spiegano gli organizzatori – va  tutti coloro che si sono prodigati per la buona riuscita di questa tradizionale sacra rappresentazione».