• Mer. Mag 22nd, 2024

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Giovanni, ultimo testimone della dura realtà dei minatori in “La miniera di Brunetta, storia di uomini e montagna”

DiElena.Caligiuri

Dic 19, 2022

Servizio a cura di Roberto Bergamino

LANZO – Venerdì 16 dicembre alle ore 21, presso il salone Lanzoincontra di Lanzo Torinese, è stato
proiettato il documentario “La Miniera Brunetta, storia di uomini e montagne” che verrà presentato al Trento Film Festival, rassegna cinematografica dedicata al mondo della montagna.
Dopo un’introduzione del presidente del CAI Lanzo, Gino Geninatti, e del regista, Marco Massola, è stato proiettato, davanti a un pubblico numeroso e interessato, il documentario, incentrato sull’intervista al Sig. Giovanni, residente a Vru’ (Cantoira) e ultimo testimone di quella che era la dura realtà dei minatori delle Brunetta, e sull’ultima visita, documentata dalle immagini, alle gallerie delle miniera stessa da parte del Gruppo Speleologico Explora del Cai Lanzo, prima della definitiva chiusura, per motivi di sicurezza, disposta da un’ordinanza della polizia mineraria.
La presenza delle vene di talco nella zona della Bruentta era conosciuta da secoli e già nell’800 venne tentato un primo sfruttamento. Ma fu nel corso del XX secolo che la Miniera Brunetta vide uno sfruttamento intensivo, con il lavoro di diversi minatori, l’utilizzo di macchinari e la costruzione di una teleferica per trasportare a Cantoira il materiale estratto.
L’attività estrattiva divenne progressivamente antieconomica fino alla chiusura, avvenuta nel 1977.

Fortunatamente al momento della chiusura nessun manufatto ed attrezzatura venne rimosso, per due decenni tutto fu abbandonato e la natura tornò ad occupare gli spazi che le erano stati tolti.
Nel 1997, poi, grazie a dei soci appassionati di archeologia industriale, la Miniera Brunetta è stata “riscoperta” e i volontari della Sezione del CAI di Lanzo hanno provveduto al suo ripristino, ripulendo tutta l’area recuperando e sistemando i locali con le loro attrezzature facendo nascere un Museo di Archeologia Industriale, fino ai nostri giorni e alla chiusura definitiva.
Va sottolineato che il documentario è un’importantissima opera documentale su un sito industriale storico delle Valli di Lanzo, poiché quelle girate per il documentario, saranno con ogni probabilità le ultima immagini realizzate all’interno delle gallerie della Miniera Brunetta, già soggette a diversi crolli.
Chiunque fosse interessato all’organizzazione di una proiezione può contattare il CAI Lanzo.