• Mer. Feb 1st, 2023

la Grafite

Natura, eventi, territorio

“Di rifugio in rifugio”, la mostra fotografica sull’evoluzione dell’alpinismo nelle Valli di Lanzo sarà visitabile fino al 6 gennaio

DiElena.Caligiuri

Dic 20, 2022

Servizio a cura di Roberto Bergamino

MEZZENILE – L’evoluzione dell’alpinismo nelle Valli di Lanzo al centro dell’incontro di sabato 17 dicembre. Nel pomeriggio, presso la sala Pipistrelli del Castello Francesetti di Mezzenile, si è infatti svolta l’inaugurazione della Mostra Fotografica “Di rifugio in rifugio – Scenari di alpinismo nelle Valli di Lanzo”.
A fare gli onori di casa Ezio Sesia, scrittore di montagna e storico, che ha presentato i prestigiosi ospiti Marco Blatto, alpinista, Presidente del Gism (Gruppo Italiano Scrittori di Montagna), membro del GHM francese e dell’Alpine Climbing Group UK; Ugo Manera, accademico del CAI ed istruttore della Scuola di Alpinismo Giusto Gervasutti di Torino. È uno degli esponenti di punta dell’alpinismo piemontese ed italiano e i fratelli Luca e Matteo Enrico, anch’essi alpinisti e accademici del CAI.


Ne è seguita un’interessante conferenza sull’evoluzione dell’alpinismo nelle Valli di Lanzo dalle origini, al presente, alle prospettive future. Molto interessanti e apprezzati i molti aneddoti raccontati da Ugo Manera, frutto di una carriera alpinistica di altissimo livello lunga sei decenni.
La mostra fotografica, che sarà visitabile fino al 6 gennaio, con apertura da martedì a domenica dalle ore 10 alle ore 17, raccoglie un arco temporale che va dalla seconda metà dell’Ottocento agli anni Quaranta dello scorso secolo con molte interessanti immagini d’epoca accompagnate da pannelli esplicativi. Interessanti le schede che parlano al visitatore dei rifugi e bivacchi esistenti o esistiti nelle Valli di Lanzo. Infine si segnala la possibilità ci acquistare l’interessante catalogo della mostra, pregevole volumetto di 100 pagine, al costo di 10 euro.