• Gio. Giu 20th, 2024

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Bonzo 1903, un viaggio nel tempo a 120 anni fa, per rievocare la villeggiatura della Belle Époque di Groscavallo

DiElena.Caligiuri

Giu 19, 2023

GROSCAVALLO – Pronti ad un viaggio nel tempo? Domenica 25 giugno, a Groscavallo si tornerà indietro nei fasti di inizio Novecento, riportando le lancette dell’orologio al 25 giugno 1903, esattamente 120 anni fa. L’iniziativa si chiama «Bonzo, 1903» ed avverrà nel giardino del B&B Ca’ d’ambra, situato in frazione Bonzo (via Monti, 1), grazie a un coinvolgimento corale di associazioni e appassionati, al mattino (dalle ore 11 alle ore 13) e nel pomeriggio (dalle ore 15 alle ore 18). L’ingresso e la partecipazione sono gratuiti.

Grazie a Lou Sautaroc si farà un salto nella Groscavallo Liberty

La magia si compirà, appunto, a Bonzo, la prima frazione che si incontra entrando a Groscavallo, su idea e coordinamento della locale Associazione Culturale Lou Sautaroc (parola che, nel dialetto locale, significa simpaticamente “La Cavalletta”) che dal 2019 valorizza, tra gli altri, proprio gli aspetti storici, artistici e delle tradizioni del paese. Ad essere rievocata sarà la villeggiatura della Belle Époque di Groscavallo, quando d’estate il paese si riempiva, nelle numerose ville Liberty che punteggiano ancora oggi i borghi (e tra questi proprio l’ottocentesca e affascinante Villa Pipino, attuale sede del B&B Ca’ d’ambra), dei “Signori” torinesi che “salivano in montagna” per trascorrere i mesi estivi.

Con i rievocatori de Le Vie del Tempo e i pittori dell’Accademia Albertina delle Belle Arti di Torino

A rievocare quella giornata estiva del 1903 ci saranno Le Vie del Tempo, Associazione storico culturale “multiepoca” che da anni studia il fenomeno della villeggiatura montana in diverse località del Piemonte e che torna nelle Valli di Lanzo, dopo l’esperienza vissuta sei anni fa a Viù. Le Vie del Tempo sono un gruppo di rievocazione storica tra i più attivi e richiesti nell’intero Piemonte. Inoltre, vedrà la partecipazione di due artisti in abito storico dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino che già in altre occasioni hanno collaborato con Le Vie del Tempo.

L’animazione della giornata sarà scandita da momenti di ricostruzione di una giornata di villeggiatura: gli svaghi, le letture, le gite, la moda dell’epoca delle signore e dei signori che salivano in montagna per godere dell’aria buona e per dilettarsi nella pittura, senza dimenticare la cura nel ricevere in montagna. L’occasione sarà certamente interessante, per raccontare al pubblico che assisterà alla rievocazione, quel fenomeno che nasce proprio a cavallo tra ‘800 e ‘900 e che vedrà illustri personaggi torinesi dell’età giolittiana scegliere la tranquillità di queste montagne per i loro svaghi estivi.

Lo svolgimento della giornata

Entrando nel particolare, dalle 11 alle 13, verranno rievocati i vari momenti che raccontano e propongono l’arrivo dei Signori nelle loro ville, riaprendo le abitazioni e iniziando così con alcuni momenti la villeggiatura. Nel pomeriggio, invece, dalle 15 alle 18, i rievocatori si occuperanno di intrattenere il pubblico mostrando quali fossero le attività ludiche, ricreative e di divertissement, che scandivano i lunghi pomeriggi estivi delle villeggiature di inizio Novecento. Tra questi, verrà proposto il gioco del crochet e quello del volano, così come ritroviamo proprio in immagini d’epoca scattate in Val Grande.

I gruppi storici della Val Grande

Nel corso della giornata, sarà presente una rappresentanza di gruppi storici dei paesi della valle in abito storico valligiano, e anche in quello contadino, che si alterneranno nel giardino di Ca’ d’ambra e nell’adiacente locale, per intrattenere i visitatori con narrazioni storiche valligiane a ripercorrere momenti salienti della vita quotidiana del paese.

I workshop di pittura en plein air della Pinacoteca dell’Accademia Albertina

Oltre a questi momenti, la Pinacoteca dell’Accademia Albertina di Belle Arti propone, per chi volesse, di partecipare a un workshop di pittura en plein air, organizzato e gestito da Coopculture. A scelta, a olio o ad acquerello, aperto anche ai principianti. I migliori neodiplomati dell’Accademia di Belle Arti (che saliranno appositamente a Groscavallo per guidare il corso, normalmente tenuto a Torino nella sede della Pinacoteca Albertina, o in giardini storici come quello di Palazzo Reale) si disporranno a Bonzo, nei pressi di Ca’ d’ambra, per guidare il workshop di pittura en plein air e per immortalare scorci e panorami del paese. La sola attività dei corsi di pittura per adulti è a pagamento.
Per informazioni e prenotazioni: pinacoteca.albertina@coopculture.it tel: 011 0897370.