• Mer. Mag 22nd, 2024

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Rimpatriata dei compagni di scuola della classe 5 A del 1969 dell’Istituto Fermi di Ciriè

DiElena.Caligiuri

Ott 9, 2023

LANZO – Erano da poco passate le 10 del mattino di sabato 7 ottobre quando sono cominciati ad arrivare alla spicciolata sul piazzale del Santuario della Madonn di Loreto a Lanzo gli ex compagni della 5° A 1969 dell’Istituto Fermi di Ciriè.
≪L’idea di quando e dove ritrovarci è avvenuta quasi per caso – spiega Giancarlo Togliatto, fra gli organizzatori della rimpatriata – quando un paio di ex compagni si sono incontrati e prima a parole, poi con telefonate, scritti, con la classica metodologia “da ragioniere”, hanno predisposto il programma di questa splendida giornata, di cui, tutti i partecipanti sono rimasti entusiasti≫.
Un lieve imbarazzo misto ad emozione ha inizialmente colto i presenti per il fatto di dover abbinare i visi di 54 anni più giovani alle facce attuali. Di lì a poco però il clima era già decisamente cambiato ed i ricordi degli anni di scuola cominciavano a venir fuori assieme al racconto della vita vissuta, del lavoro svolto, e delle rispettive famiglie.
≪Dei venticinque alunni contattati dagli organizzatori ne sono convenuti sedici, di cui alcuni provenienti da altre regioni. Quelli che non hanno partecipato per motivi di distanza o di salute hanno comunque rivolto il loro saluto e apprezzamento per l’iniziativa.
L’emozione è stata grande anche per la presenza dell’ex insegnante Pier Luigi Quaregna da tutti accolto con simpatia ed entusiasmo. Di sicuro apprezzamento ed interesse è stato il momento di preghiera comune condotto dall’ex allievo Rev. Angelo Bollone che, oltre a ricordare gli allievi passati a miglior vita, ha condotto i presenti a meditare sui misteri gaudiosi ed a pregare la Madonna di Loreto.
Come da programma è seguito lo spostamento al Ristorante “Da Angela” di Castiglione (Coassolo T.se) dove, prima del convivio, si è provveduto a scattare la foto di gruppo.
Terminato il pranzo l’encomiabile Bruno ha spiegato la complessa organizzazione del programma odierno ed il prof. Quaregna nell’ambito di una visione artistica della vita ha voluto concludere lasciando una sua pillola di saggezza: “ il quadro più bello sarà quello che dipingerai domani”.
Alla fine è risultato unanime desiderio di tutti tenere viva questa amicizia , nata tra i banchi di scuola, di non aspettare di essere troppo vecchi , ma incontrarsi periodicamente perché le cose belle che nella vita contano, meritano di essere valorizzate e apprezzate, e l’amicizia è un valore inestimabile.
Al termine è stata consegnata a tutti i presenti la brochure appositamente predisposta a ricordo della rimpatriata cel 7 ottobre 2023 che ci ha fatto ritornare giovani per un giorno≫.