• Mar. Lug 16th, 2024

la Grafite

Natura, eventi, territorio

≪Preservate la vostra natura incontaminata≫. 300 km e 9mila metri di dislivello in nove giorni: il tour dei sette turisti bavaresi nelle Valli di Lanzo

DiElena.Caligiuri

Ott 15, 2023

VALLI – Hanno percorso quasi 300 km e 9.000 mt di dislivello positivo in 9 giorni. Questo in sintesi il tour che una comitiva di 7 turisti Bavaresi ha vissuto nelle nostre Valli di Lanzo

Il TOUR

Partiti in bicicletta da Lanzo, dove hanno trascorso la prima notte nel B&B La Francesina, hanno raggiunto la Val di Viù e visitato il lago i Malciaussia, prima di concedersi un primo stop presso l’Albergo La Furnasa.
Trascorsi altri due giorni in loco, hanno visitato, in parte in bici in parte in modalità trekking il lago dietro la Torre e il lago della Rossa.
A seguire, profittando del trasporto bagagli e dell’assistenza tecnica di KOM Valli di Lanzo, si sono spostati nella conca dei Tornetti dove, facendo base all’agriturismo il Runch, sono partiti per visitare sempre in modalità mista, colle Pian Fium e l’anello dei laghi di Viana.
Dopo un giorno di sosta, ma solo per alcuni, ed una visita a Torino, la comitiva ha ripreso il percorso toccando in serie, Alpe del Belvedere, val Grande con sosta alla fermata Alpi Graie, valle Tesso, lago di Monastero con punto tappa al rifugio Salvin.
La discesa su Lanzo con l’ultimo pernottamento in loco e gli acquisti di prodotti tipici e la cena di saluto, hanno chiuso quest’esperienza di immersione intensiva nelle nostre valli.

IL SERVIZIO

Ad accompagnare i turisti il KOM Valli di Lanzo (servizi per il cicloturismo). ≪Giornalmente facevo un punto con i clienti – spiega uno dei titolari Tommaso Bovero – ed eravamo pronti ad intervenire tecnicamente per risoluzione guasti o con mezzi “jolly” per evitare fermate al gruppo. Si è trattato di un tour piuttosto pesante per i mezzi ed un servizio di pronto intervento era fondamentale per la riuscita del tour stesso.
Un paio di interventi in loco per piccoli guai ha permesso il regolare svolgimento di ogni tappa≫.

≪Ci è stato affidato il trasporto bagagli e il supporto tecnico – prosegue Stefano Barra – servizio realizzato grazie al nostro mezzo allestito a “officina itinerante”. Grazie al bando 642 del GAL Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone , abbiamo ottenuto i finanziamenti per creare questo servizio innovativo, che abbiamo messo a disposizione. Le nostre Valli proseguono a strutturarsi per offrire servizi all’avanguardia≫.

TURISMO STRANIERO IN CRESCITA

≪Il numero dei turisti stranieri negli ultimi anni è in crescita – commenta Livio Barello, presidente del Consorzio Operatori Turistici Valli di Lanzo – nell’analisi fatta nel 2022 un turista su quattro è straniero, un dato positivo su cui il Consorzio punta nei prossimi anni e che ben si inserisce nel progetto di collaborazione con la Val Maira. Ben vengano iniziative come questa che stimolano a migliorare e ad offrire sempre nuove opportunità≫.

L’ESPERIENZA

Abbiamo posto qualche domanda alla comitiva, prima del rientro in Germania, in Bavaria.
Eravate già stati in Italia e in Piemonte?
≪Tutti noi eravamo già venuti in Italia, alcuni in Piemonte e due di noi nelle Valli di Lanzo≫.

Perché avete scelto proprio le Valli di Lanzo. Avete organizzato il viaggio rivolgendovi ad una agenzia o in modo autonomo?
≪Su suggerimento di un paio di noi, abbiamo deciso di organizzare questa vacanza nelle Valli di Lanzo; avendo già una discreta esperienza del luogo abbiamo pianificato in quasi totale autonomia il tour, contando sul supporto di KOM valli di Lanzo, a cui ci eravamo già rivolti in passato≫.

Come è stata questa avventura sulle due ruote e quali sono i tre ricordi più belli che riporterete a casa?
≪Sicuramente il vostro cibo e la natura con i suoi panorami mozzafiato, ma anche un servizio molto cordiale e conviviale. Le persone che abbiamo incontrato ci hanno fatto sentire a casa≫.

Quali sono le vostre impressioni su natura accoglienza attività e prodotti?
≪Sul cibo possiamo fare considerazioni solo positive. Inoltre la natura incontaminata delle valli di Lanzo è qualcosa che speriamo sappiate preservare. Abbiamo esperienze di turismo di massa (Sud Tirolo, Langhe), che sì, sono dotati di maggiori infrastrutture, ma al prezzo di snaturare l’ambiente. Continuate così e difendente il vostro patrimonio≫

Quali elementi ritenete si possano migliorare?
≪Alcune infrastrutture e qualche dettaglio sulla ricettività, ma, ripetiamo ancora una volta, non a discapito di deturpare la natura incontaminata delle Valli di Lanzo≫

Consigliereste un’esperienza simile ai vostri amici?
≪Di più, stiamo già pianificando il prossimo giro qui da voi≫

In conclusione: 3 immagini positive a caldo di questo viaggio?
≪La veduta dall’Alpe del Belvedere
Il servizio di “Mungitura e preparazione del formaggio” offerta da Ben del Salvin
L’accompagnamento “tecnico” professionale e puntuale di KOM≫.