• Mer. Lug 24th, 2024

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Mostra Nazionale della Toma di Lanzo e formaggi d’alpeggio: dal 12 al 14 e il 20 e 21 luglio: cinque giorni di prodotti d’eccellenza ed eventi

DiElena.Caligiuri

Giu 15, 2024

USSEGLIO – Manca poco più di un mese alla 28 a edizione della Mostra Nazionale della Toma di Lanzo e dei formaggi di alpeggio di Usseglio. Siamo nella Città Metropolitana di Torino; Usseglio, in alta Val di Viù, nelle Valli di Lanzo sorge a 1265 mt di altitudine su un ampio pianoro. Per inquadrare l’evento bastano pochi numeri: l’area interessata copre una superficie di 3500 mq di cui 150 coperti con oltre 6000 mq adibiti a parcheggio. Circa 200 sono gli abitanti censiti nel comune montano ma la rassegna porta più di 20 000 visitatori nei 5 giorni di eventi.
La manifestazione è ormai annoverata tra gli appuntamenti più prestigiosi del Piemonte agricolo e rimane un simbolo eclatante dell’estate. La Mostra si svolge nei due fine settimana centrali di luglio (12/07/2024, 13/07/2024, 14/07/2024, 20/07/2024 e 21/07/2024) e per cinque giorni il comune di Usseglio si trasforma in una kermesse gastronomica a cielo aperto, con la Toma di Lanzo e i formaggi d’alpeggio al centro di una tavolozza golosa.
Organizzata dal Comune e dalla Pro Loco di Usseglio, la Mostra Nazionale vanta un programma che non trascura nessuna attività atta a promuovere la montagna, la sua popolazione, la sua storia e i suoi prodotti. Passeggiate, percorsi a cavallo o pony, visite, lezioni, alpeggio didattico, spettacoli, cooking show, laboratori per grandi e piccini, incontri, cene, degustazioni guidate che avvicinano alla Natura, alle montagne e alle attività di territori non scontati, ma amati e apprezzati. La Mostra Mercato è il perno della kermesse che si arricchisce di tante altre proposte che nascono per comunicare un territorio e le sue produzioni, fotografie dinamiche di un mondo che non deve scomparire e che può sopravvivere anche grazie ad eventi come questo. Street food e espositori da tutt’Italia saranno il fil rouge della Mostra Nazionale.

Cinque giorni senza soluzioni di continuità, tutti dedicati alle produzioni agricole di montagna, con la Toma di Lanzo e i formaggi d’alpeggio al cuore della festa ma con il contorno importante di tante altre prelibatezze delle montagne locali (salame di turgia, lardo, mocetta, miele …), pregiati vini piemontesi con il territorio torinese all’onore. Ritorna Giovanni dell’Agnese, pasticcere torinese, Maestro del Gusto e, novità di questa edizione, la partecipazione dell’Enoteca Regionale dei Vini della Provincia di Torino, forte di ben quattro territori vitati e sette denominazioni di origine (1 Docg e 6 Doc). Inizia anche una prestigiosa collaborazione con l’associazione dei Cuochi della Mole che sarà presente con alcuni associati, anche la compagine delle Lady Chef, per cooking show e altri momenti di divulgazione della cultura gastronomica locale. Da segnalare la dimostrazione di cucina del sabato 20 luglio alle 10.30
con riprese televisive per la trasmissione “Sapori in tavola” di Telecupole.
Immancabile, ormai, la maxi risottata che con una padella di circa 2 metri di diametro e la scontata mantecatura alla Toma di Lanzo, che vedrà protagonista, domenica 14 luglio e 21 luglio, alle 12.00, il cuoco poeta Giovanni Corti.
Il programma vede l’inizio della Mostra Nazionale, il venerdì 12 luglio alle 15 al grido di “cominci la festa!”. Ogni incontro, ogni momento dei 5 giorni, merita attenzione e rientra in una proposta di eventi variegata, tale da soddisfare i palati più disparati anche se tutti accomunati dal buon gusto, quello delle cose genuine, spesso di territori marginali che senza queste produzioni vedrebbero scomparire insediamenti umani e di conseguenza tradizioni millenarie che rimangono fondamentali e che potranno soddisfare grandi e piccini, valligiani e cittadini, residenti e turisti. Gli amanti della montagna e della buona tavola
potranno godersi questa caratteristica manifestazione, andando alla scoperta della cultura e dei sapori locali, della natura incontaminata e dei paesaggi unici di questo territorio.
Ospite alla Mostra Nazionale della Toma di Lanzo e dei Formaggi d’alpeggio il Museo dei Tatra di Zakopane (Polonia) con i prodotti tipici tra cui spicca il famoso il formaggio di pecora OSCYPEK, a forma di fuso) – Pre sidio di Slow Food.
Da sottolineare ancora Fattoria in fiera, sotto il cui cappello si propongono la Mostra bovina, ovina e caprina di razze alpine e quella di animali da cortile. E poi ancora: pranzi, degustazioni, cene, racconti di attori dell’economia locale; la montagna si anima e propone le sue eccellenze.
A corredo del ricco programma dove le eccellenze enogastronomiche sono dominanti, non vanno comunque scordate le animazioni musicali e culturali che rafforzeranno ulteriormente la sinergia e una terra che si propone con tutte le sue ricchezze, sfumature e sorprese. Presentazioni di libri, incontri, spettacoli e tanto altro ancora nell’ottica dell’integrazione tra cibo, enogastronomia e cultura sotto tutte le sue forme. Nomi di eccezione con il famoso comico Beppe Braida, da Zelig e Colorado Cafè a Usseglio, i Farinei dla Brigna, e la Fisorchestra Bruno Zaggia e tanti altri ancora.
Coinvolgimento a 360 gradi del territorio con mostre e visite dei musei locali: Museo Civico Arnaldo Tazzetti ed Ex Confraternita di Lemie (Usseglio) e Museo d’Arte Sacra di Viù. E non mancano le animazioni per i più piccoli con fumetti e Lego.

La Corriera della Toma, anche in questa 28 a edizione, collegherà Torino a Usseglio, creando un ideale e concreto collegamento tra il capoluogo regionale e la manifestazione.
Cinque giorni imperdibili, ricchi e variegati di eventi che raccontano, in modalità diverse ma profonde, la montagna e suoi uomini, in un piccolo comune che diventa grandissimo e si fregia del riconoscimento di Bandiera Arancione del Touring Club Italiano e di Città Slow.