• Gio. Dic 1st, 2022

la Grafite

Natura, eventi, territorio

A cinque anni dal terremoto di Amatrice “Un ponte per un sorriso” continua a rimanere accanto a chi è in difficoltà

DiElena.Caligiuri

Ago 24, 2021

LANZO – Cinque anni fa nei pressi di Amatrice un evento sismico  di magnitudo 6.0 ha colpito 140 comuni e coinvolto circa 600mila persone. La solidarietà dal territorio nazionale si è subito fatta sentire e anche Lanzo ha fatto la sua parte con iniziative e progetti.

Anni difficili di paura e ricostruzione (come si possono vedere da alcune immagini scattate pochi giorni fa), che sembrano non finire mai. Per questo l’attenzione e la solidarietà devono proseguire.

Il progetto “Un Ponte per un sorriso ” quindi vuole costruire Ponti che permettano, attraverso atti concreti di solidarietà, di far sentire presenza e vicinanza a chi vive momenti drammatici.

Quest’anno l’attenzione è rivolta verso la popolazione sarda colpita dagli incendi.

“La scelta di quest’anno – spiegano gli organizzatori – non interromperà i legami creati con gli amici del Centro Italia. Il Progetto e la Comunità lanzese saranno sempre al loro fianco e seguiranno attentamente l’evoluzione della loro ripartenza così come, anche quest’anno, verrà devoluto parte del ricavo dell’iniziativa a famiglie in difficoltà di Lanzo e dintorni”.

Il 10 settembre cena solidale da asporto

Per  venerdì 10 settembre è stata prevista la “Cena Solidale da asporto ” a base di pasta sarda. (Per info: 388-7438614, 349-7288448).

Nato dal dramma del terremoto del 2016 nel centro Italia

Il progetto, nato a seguito del drammatico terremoto avvenuto nel 2016 nel  Centro Italia,  coordinato dal Comune di Lanzo, ha convogliato sull’obiettivo solidale la comunità lanzese con le sue istituzioni politiche, sociali, laiche e religiose, associazioni sportive, commercianti e tanti volontari presenti su questo territorio ed è riuscito, come si era ripromesso, a proseguire il sostegno “a distanza” di quelle popolazioni con continuità per questi 5 anni.

Sono stati organizzati eventi e momenti di accoglienza di famiglie di Norcia fino a due anni fa, poi il Covid ha fermato questo momento di grande scambio di esperienza ed emozioni trasmesse dal racconto degli ospiti nursini, ma si è proseguito con altre opportunità che hanno riscosso un grande successo.

Progetti per Norcia e Amatrice

Grazie alla generosità della Comunità sono stati sostenuti alcuni progetti di Norcia ed Amatrice. 

Fra questi si è data maggior continuità soprattutto al progetto di rinascita della comunità femminile di Amatrice sostenendo “La Casa delle donne di Amatrice e Frazioni” e le attività della Scuola di Norcia con il progetto “Ri-partiamo dai bambini”.

Proprio a queste due iniziative sono stati destinati una parte dei soldi , 1885 euro, del ricavo delle iniziative del Progetto 2020.

Nel periodo della pandemia vicini alla comunità lanzese

Una cifra analoga, 1883 euro, ricavata lo scorso anno, è stata dedicata ai bambini della nostra Comunità lanzese. 

Nel periodo della pandemia anche molte famiglie lanzesi si sono trovate in difficoltà per cui lo scorso anno il Progetto ha voluto ampliare lo sguardo, oltre alle fragilità lontane, anche a quelle vicine.

A Lanzo i soldi sono stati impegnati per bambini di famiglie segnalate da Assistente Sociale, San Vincenzo e dalla scuola. 

Sono stati fatti interventi di supporto per 3 famiglie al fine di sostenere i costi legati alla DAD, è stato possibile garantire la partecipazione ad Estate Bimbi per 4 bambini e ad Estate Ragazzi per altri 7 bambini. 

Ora un sostegno alla popolazione sarda

Su questi presupposti la sesta Edizione di un ” Ponte per un Sorriso ” sarà a sostegno della popolazione sarda che è stata colpita dai recenti incendi. 

Anche queste persone dovranno trovare risorse e forza per poter ripartire. 

Sono già stati avviati contatti da parte del Sindaco di Lanzo, Tina Assalto, con istituzioni sarde e con l’aiuto degli amici sardi lanzesi si individueranno bisogni su cui convogliare il nostro contributo.