• Ven. Gen 21st, 2022

la Grafite

Natura, eventi, territorio

A Pessinetto le panchine sono “d’autore”: i pittori che vogliono realizzarle possono farsi avanti

DiElena.Caligiuri

Ago 27, 2021

PESSINETTO –  Sentirci parte dei luoghi in cui viviamo, dove trascorriamo gran parte delle nostre giornate o, talvolta, della nostra vita diventa un’esigenza sempre più forte, oltre ad essere un grande atto di civiltà. Abbellire la propria città, il proprio paese, il proprio borgo con elementi originali e decorativi significa donargli un carattere.

A Pessinetto e nelle frazioni Gisola e Pessinetto Fuori è partito da poche settimane il progetto “Panchine d’autore”.

«Abbiamo approvato l’iniziativa che verrà effettuata a titolo gratuito – spiega il sindaco Gianluca Togliatti – con lo scopo di avvicinare le persone all’arte e incuriosire i turisti. Prevede la decorazione pittorica di quadri famosi o di opere originali eseguiti sulla superficie delle panchine ad opera di artisti volontari presenti sul territorio o nativi nelle Valli di Lanzo, così da abbellire e recuperare gli arredi urbani».

Ad ideare l’iniziativa e a mettere in pratica il progetto è la pittrice Cristina Grammatico che racconta «Ho realizzato una panchina con gli Iris di Van Gogh e tutto poi è partito da lì. Ora stiamo procedendo con i lavori, ma le panchine sono molte e servirà l’aiuto di più pittori possibile. Per noi questo è un modo per valorizzare il nostro territorio e avvicinare le persone all’arte. Riproducendo delle opere di autori famosi non vogliamo creare dei falsi d’autore, ma soltanto offrire un omaggio ai grandi artisti.

La pittrice Cristina Taverna ha creato la panchina “Tree of Life” dedicata a Kandiskij. Ma sono ancora tanti gli autori che hanno trovato o troveranno il giusto spazio nelle panchine di Pessinetto. Come Gustav Klimt con “Giardino fiorito”, Felice Casorati con “Uova e Genziane”, Claude monet con “Le ninfee” e molti altri.

Perché d’ora in avanti camminare per le vie del paese diventerà molto più accattivante, ma il momento migliore arriverà quando la stanchezza prenderà il sopravvento: una panchina “firmata” sarà lì pronta ad accoglierci.