• Ven. Gen 21st, 2022

la Grafite

Natura, eventi, territorio

450mila euro per interventi sulla viabilità di Lanzo: via libera alla rotatoria

DiElena.Caligiuri

Dic 16, 2021

LANZO – Nuova rotatoria per il Comune di Lanzo. Nel corso dell’ultimo consiglio comunale di sabato 11 dicembre la Giunta ha proposto la ratifica di un’ultima importante variazione di bilancio, già assunta dalla stessa a metà novembre.

Nel corso di questa variazione, la voce più importante è rappresentata dall’applicazione di circa 109.000 euro di avanzo libero, a cui sono stati aggiunti altri 167.000 euro di fondi (propri e ministeriali), per la realizzazione di una rotatoria al quadrivio tra via Torino, via delle Valli, Via Matteotti e Via Cafasse e per la messa in sicurezza di un tratto di via Torino in seguito alla chiusura del PL 64 di Via Torino, avvenuta su decisione della GTT lo scorso agosto. Va precisato che l’intero costo per la realizzazione degli interventi è stimato in euro 450.000 e che per la rotatoria, nel primo semestre dell’anno in corso, era stato richiesto un contributo alla Città Metropolitana partecipando al Bando pubblico per l’attuazione di interventi in tema di sicurezza stradale su strade provinciali interferenti con centri abitati. La Città Metropolitana, approvando l’intervento per la rotatoria, ha concesso un contributo di euro 174.666,34, pari a circa il 40% dell’intero costo. 

Questo importante intervento di viabilità è stato considerato prioritario dalla Maggioranza di Palazzo civico per le seguenti precisazioni:

  • L’intervento è inserito nel programma amministrativo e di lista, ovvero negli indirizzi di governo presentati ed approvati.
  • La concessione del contributo significativo e non ripetibile della Città Metropolitana
  • L’intervento si rende urgente vista la necessità di mettere in sicurezza la zona interessata con la realizzazione di idonei attraversamenti pedonali e adeguato accesso all’incrocio, sia veicolare che ciclabile, anche in virtù del percorso ciclopedonale inserito nel progetto VELA che interessa proprio i tratti di via Torino e via Matteotti che conduce al quadrivio.
  • La riqualificazione dell’ingresso principale al centro cittadino, con un intervento che lo migliori anche dal punto di vista dell’impatto estetico.

Allargamento pista ciclabile

La maggioranza aveva ipotizzato di utilizzare una parte di avanzo di amministrazione anche per l’allargamento della pista ciclabile che fiancheggia la ferrovia da Torre Majet a via Challant per consentire agli abitanti di Santa Lucia di disporre di una strada carrabile alternativa a via Torino. Tuttavia per tale intervento non si è ancora in possesso dei pareri della Soprintendenza che si dovrà esprimere in merito all’abbattimento del casello ferroviario n° 20, di proprietà GTT, e non sono ancora stati definiti gli accordi con i proprietari della Chiesetta di Sant’Anna, che dovrà essere abbattuta almeno in parte per ottenere le dimensioni minime necessarie per la strada. Per tale intervento erano già state avviate, nel mese di settembre, interlocuzioni con la GTT che si è resa disponibile a cedere parte del sedime ferroviario per reperire lo spazio utile alla strada carrabile, autorizzando gli spostamenti necessari. La realizzazione di tale strada è perciò rinviata una volta effettuate tutte le verifiche tecniche del caso, definite le necessarie formalità burocratiche ed i finanziamenti necessari.

La pista ciclabile che fiancheggia la ferrovia (foto di Giuseppe De Troia)

Il commento dell’opposizione Lanzo Per Noi

«Se come si evince – spiega Matteo Filippin – il progetto della Rotatoria è stato accolto a seguito della disponibilità di un contributo pari a circa il 40% da parte della Città Metropolitana, ci si augura sia l’occasione per rafforzare il confronto tra l’amministrazione locale e l’ente proprietario delle principali strade che attraversano Lanzo (Via Roma, Via Matterotti, Via Monte Angiolino e Loreto, e altre).

Con Lanzo per Noi abbiamo sostenuto l’importanza strategica per Lanzo di farsi promotore di un organo tecnico (tavolo / Agenzia) sulla mobilità nelle Valli di Lanzo per superare in una visione unitaria storiche criticità infrastrutturali del territorio ed anche di integrare con la ferrovia, un servizio trasporto pubblico su gomma efficiente e coerente con le esigenze cittadini, turisti ed imprese.

Mettendo a disposizione i risultati di un sondaggio effettuato durante la scorsa estate sui temi la sicurezza stradale ed è la vivibilità delle vie Torino, Molinere, Matteotti, Cafasse e ovviamente via delle Valli, zone variamente toccate dall’inserimento della Rotatoria, Lanzo Per Noi richiama amministratori e progettisti alla necessità del coinvolgimento dei residenti e delle imprese ivi insidiate, invocando i vantaggi della progettazione partecipata».

Filippin invita l’amministrazione ad affrontare il tema della viabilità attraverso un progetto generale del traffico e della mobilità esteso all’intero territorio comunale per migliorare la qualità della vita dei cittadini, rendere più agevole l’accessibilità ai servizi ed ai punti di interesse, nel rispetto dei requisiti di sicurezza, del decoro, del paesaggio urbano e di una mobilità green integrata con le reti e le infrastrutture sovralocali.

542mila euro per la messa in sicurezza delle strade comunali

Ricordiamo, inoltre, che è stata comunicata l’assegnazione dallo Stato di 542.000 euro, richiesti ininterrottamente da tre anni per la messa in sicurezza delle strade comunali: grazie a questa somma, nel prossimo anno si potranno sistemare ed anche asfaltare tratti di strada che ormai da tanto tempo richiedono importanti opere di manutenzione, come via Marchesi della Rocca (che conduce all’Ospedale), la strada della frazione Momello, quella per Case Galizia, alcuni tratti delle strade di Cates, Ovairo, Brecco, Margaula, San Michele, Montebasso e via Papa Giovanni XXIII. Utilizzando in parte anche fondi già stanziati, verrà prossimamente sistemata completamente via L. Usseglio, per la quale si sta valutando la realizzazione anche di una pista ciclo-pedonale che consenta ai ciclisti che scendono dalle Valli di oltrepassare l’abitato di Lanzo senza dover obbligatoriamente risalire il monte Buriasco fino alla Parrocchia, come invece accade tutt’ora: per illustrare quest’opera, verrà convocato un incontro con i residenti della zona, non appena definito e redatto l’aggiornamento del progetto. 

Prossimi investimenti

Infine, sempre in ambito di viabilità, la Città Metropolitana ha recentemente comunicato che nel prossimo futuro verranno spesi circa 250.000 euro per l’ampliamento e la sistemazione della SP30 di Sant’Ignazio in corrispondenza del ponte sul rio Uppia, mentre l’Unione dei Comuni delle Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone, in collaborazione con il Comune di Lanzo e la stessa Città Metropolitana, provvederà nel primo semestre 2022 alla sistemazione definitiva della rotatoria realizzata lo scorso anno su via Torino in corrispondenza del bivio per via Stura.

Per completare il quadro dei principali interventi previsti dalla Giunta nell’arco del prossimo anno, ricordiamo anche un investimento di circa € 50.000 per alcuni interventi di manutenzione ed ampliamento (es. nuove cellette cinerarie) del cimitero.