• Mar. Ott 4th, 2022

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Arriva da Lanzo Mag00, il diffusore acustico che ha permesso alla sciatrice paralimpica Chiara Mazzel di “vedere con le orecchie”

DiElena.Caligiuri

Mar 12, 2022

LANZO – ≪Con MAG 00 riesco addirittura a percepire la profondità, il mio grazie va a Riccardo Cerutti, ora posso puntare davvero in alto≫. Chiara Mazzel commenta così al termine dello slalom alle Paralimpiadi Invernali di Pechino 2022 che l’hanno vista in settima posizione. La nostra azzurra ha sciato seguendo un particolare corridoio sonoro.

Un diffusore acustico, MAG 00, ideato e realizzato appositamente per agevolare gli atleti non vedenti che praticano varie discipline sportive. È un prodotto costruito artigianalmente,  non di produzione industriale, mirato alle esigenze individuali di chi pratica sport necessitando di aiuto.
Progettato su sensazioni e necessità espresse dalla sciatrice paralimpica Chiara Mazzel, il MAG.00 eroga una buona pressione acustica, direzionalità sonora, nonché praticità d’uso da parte dello sciatore guida che precede l’atleta.

Ad idearlo il fonico lanzese Riccardo Cerutti. ≪Ho deciso di creare questo diffusore acustico – spiega Cerutti – da destinare agli atleti non vedenti dopo aver collaborato con la CMT di Milano, azienda che si occupa di traduzioni simultanea sia in eventi che on line, per la creazione di un sistema dedicato al pubblico ipovedente ed installato nello stadio di San Siro per l’AC Milan. Confrontandomi con l’allenatore della nazionale di sci alpino, Davide Gros, ho capito che per migliorare la sciata degli atleti, bisognasse ottenere un diffusore acustico leggero, performante dal punto di vista della potenza e della pressione, aumentando la direzionalità del suono, creando quindi un “corridoio sonoro” per fornire più informazioni al concorrente, permettendogli di aumentare sicurezza e di conseguenza velocità. Ho progettato e realizzato il MAG.00, e per questo vorrei anche ringraziare Gian Paolo Barra e Paolo Comanducci che hanno collaborato con me, sulle informazioni datemi da Chiara Mazzel, sciatrice paralimpica non vedente totale, come un sarto cuce un abito addosso al proprio committente. Risultato, Chiara e Fabrizio, la guida, sono riusciti ad abbattere i cronometraggi precedenti di parecchi secondi che nello sci sono un’eternità≫.

Da riscontri effettuati, con il MAG.00 si ha una notevole riduzione cronometrica della prestazione sportiva dovuta soprattutto alle molteplici informazioni trasmesse all’atleta, che consentono quindi il miglioramento della performance della prova affrontata.
L’apparecchiatura viene solitamente fornita con un microfono ad archetto, per offrire la possibilità di scelta su cosa ascoltare: solo voce, solo suoni o musica  o entrambi, potendo miscelare a piacimento le diverse fonti sonore. Il MAG.00 è alimentato a batteria ed ha sia dimensioni che peso molto contenuti.
≪Gli utilizzi di questo dispositivo – conclude Cerutti – possono essere molteplici, non solo esclusivamente in campo sportivo ma anche per avere una diffusione sonora ovunque si desideri. Un ringraziamento particolare anche a Giorgio Melani e Alberto Griglione≫.

≪Con MAG.00 – conclude Chiara Mazzel dopo aver utilizzato e preso confidenza con il Mag.00 che ricorda inoltre il famoso cartone animato di mister Magoo – sto riuscendo ad affrontare le mie sessioni di allenamento e gara con molta più sicurezza rispetto al sistema utilizzato in precedenza . Il suono è altamente direzionale, riesco perfino a capire se mi sono spostata di mezzo metro a destra o a sinistra rispetto alla guida che mi precede e quindi mi riallineo a lei grazie alla notevole acustica dell’apparato. La cosa che più mi ha stupito è che finalmente sono in grado di percepire la profondità, riesco a capire se la guida si sta allontanando da me e quindi posso dirgli di rallentare.
Sono entusiasta del grande lavoro di Riccardo e gli sono grata per tutto quello che ha realizzato per me: grazie a lui posso puntare molto in alto e i miglioramenti si sono visti sin dal primo giorno≫.