• Dom. Lug 3rd, 2022

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Oltre venti associazioni per dimostrare che “Avere cura delle Persone è prendersi cura della Casa Comune”

DiElena.Caligiuri

Mag 29, 2022

LANZO – Il loro contributo è fondamentale, molte delle attività, iniziative o progetti sarebbero impossibili da realizzare senza di loro. Sono le associazioni che da anni sono impegnate sul territorio.

Una ventina le realtà che domenica 29 maggio hanno aderito all’iniziativa organizzata presso il LanzoIncontra per fare conoscere le proprie attività e dimostrare che “Avere Cura delle Persone è prendersi Cura della Casa Comune”.
A partire da chi si occupa istituzionalmente o a titolo di volontariato di povertà sociale (Caritas, San Vincenzo, Servizi Sociali e Comunità alloggio del CIS) a chi promuove l’accoglienza dei migranti (Morus Onlus, Mr GrAb), da chi favorisce l’inclusione sociale dei disabili (Muoversi Allegramente) a chi svolge attività di sostegno ed educative (Cooperativa Crisalide), dal mondo del volontariato missionario (Gruppi missionari di Lanzo e Balangero) a chi supporta il cittadino nell’accedere ai servizi (Associazione Art. 47) per arrivare infine a associazioni che supportano situazioni più specifiche di disagio (Faro, ACAT, In punta di Cuore, Neimman Pick, AVULSS) o che promuovono momenti di partecipazione e di socializzazione (Università III Età, Artemisia, Oratorio) a favore di anziani o giovani.


≪E’ stato un bel momento di confronto – spiegano dal circolo Acli di Lanzo – si sono potute conoscere esperienze diverse attraverso il racconto negli stand e con le bacheche delle attività svolte, ma soprattutto con lo scambio personale di opinioni e di visioni della realtà delle persone di cui ci si prende cura.
Le testimonianze di alcuni attori presenti hanno ricordato come continuino ad emergere condizioni di fragilità e come sia importante attivare momenti di partecipazione e conoscenza e collaborazione reciproca≫.
Il CIS e l’Amministrazione Comunale, rappresentata dal Sindaco e dall’Assessore all’Assistenza, hanno confermato l’importanza del tessuto sociale che rappresenta molte volte il primo momento di contatto con le criticità e la necessità di creare sempre maggiori sinergie in un’ottica di rete.