• Ven. Dic 9th, 2022

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Una Festa del Ciclamino fra cultura, sport, tradizione e con un ricordo speciale per “Mecu”

DiElena.Caligiuri

Lug 25, 2022

MEZZENILE – Fine settimana lungo ed intenso a Mezzenile con i festeggiamenti della 63° edizione della Festa del Ciclamino, organizzata dalla Pro Loco di Mezzenile che proprio quest’anno celebra i suoi primi 70 anni di attività!
Quattro giorni densi di tanti eventi, a partire dal giovedì 21 luglio nel Cortile del Castello Francesetti con la presentazione del libro “Le penne del Gufo” di Giovanni Niccoli. Venerdì è stata la giornata dedicata allo sport con l’attesissimo appuntamento del Torneo Calcio a 8 Memorial Donald Rossi, in cui le squadre “I 4 luppoli, “Desperados”, “Mezze” e “Nile” si sono scontrati nelle semifinali e nelle finali nel campo sportivo di Mezzenile.

Sabato sera nella Chiesa Parrocchiale S. Martino Vescovo, il Maestro Omar Caputi ha deliziato tutti i presenti con il Concerto d’Organo con musiche di Johann Sebastian Bach, in occasione del 30° anniversario dell’Organo a canne di Mezzenile costruito da Ponziamo Bevilacqua nel 1992.
La festa del Ciclamino ha raggiunto il suo culmine nella giornata di domenica 24 luglio con l’immancabile spettacolo folkloristico al quale quest’anno hanno partecipato ben 6 gruppi: il Gruppo Folkloristico “Li Magnà ‘d Viù”, il Gruppo Folkloristico “Alvayes” di Ala di Stura, i Priori di Ceres, il Gruppo Folkloristico “La Famij ‘d Cialambert”, il Gruppo Folkloristico “Gli Scoiattoli” di Mezzenile e la Banda Musicale Mezzenile-Pessinetto diretta dal Maestro Simone Benedetto Mas.

I gruppi hanno sfilato lungo le vie di Mezzenile e si sono esibiti al Palasanrocco ballando tantissime Curende e danze tradizionali di ciascun paese. Durante lo spettacolo il Sindaco di Mezzenile Sergio Pocchiola Viter ed il Presidente Pro Loco Maurizio Deffacis hanno voluto ricordare con grande affetto il caro amico “Mecu” (Domenico Turinetti), recentemente scomparso: Mecu è stata una figura storica del nostro paese, insieme alla moglie Mariuccia ha danzato per oltre 40 anni nel Gruppo Folk di Mezzenile e per questo motivo gli Scoiattoli hanno voluto dedicare a lui una grande Curenda (il “Curendun”) ballata insieme a tutti i gruppi intervenuti. La Pro Loco di Mezzenile ha preparato infine la cena per ballerini, suonatori ed accompagnatori, dando l’appuntamento a tutti alla prossima edizione della Festa del Ciclamino.