• Mar. Apr 23rd, 2024

la Grafite

Natura, eventi, territorio

La piscina di Lanzo rischia la chiusura per i costi delle bollette quadruplicati. I gestori chiedono aiuto

DiElena.Caligiuri

Gen 27, 2023

LANZO – La piscina di Lanzo potrebbe chiudere. Il caro bollette ha colpito ancora ed ora i gestori chiedono aiuto a tutti, ad enti privati, pubblici, ai cittadini, contribuendo con una sottoscrizione volontaria per poter mantenere aperto il servizio.

≪Gentili utenti e sostenitori della Piscina di Lanzo, cittadini delle Valli – spiegano i gestori – come saprete bene tutti e come avrete riscontrato nella vostra quotidianità, i cosi dell’energia sono aumentati a livelli assurdi, per le scriventi Società Sportive le bollette del gas sono quadruplicate, come vedete dalle copie delle due ultime di novembre e dicembre (siamo passati dai 3.000€ mensili del periodo pre-crisi energetica, ai 12.000€ di media di questo periodo). L’Associazione Sportiva Evoluzione Nuoto Lanzo, gestore delle attività sportive della piscina e la SSD Centro Nuoto Lanzo srl, aggiudicataria della conduzione dell’impianto presso l’Unione dei Comuni delle Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone, sono riuscite a sopravvivere faticosamente e con caparbietà al Covid 19, che ha provocato, tra i due lockdown la chiusura per 12 mesi dell’impianto, ora rischiano di cedere a causa dei rincari energetici. Per scongiurare la chiusura della piscina Stucchi e perdere i posti di lavoro di circa 20 addetti≫.

LE DUE SOCIETA’ CHIEDONO

≪A tutti, Aziende, Enti Privati e Pubblici, semplici cittadini e utenti tutti un piccolo sforzo: di contribuire con una libera sottoscrizione volontaria in danaro per mantenerla aperta.

OCCORRONO 23.000€ PER PAGARE LE ULTIME 3 BOLLETTE. ABBIAMO POCO TEMPO, A FEBBRAIO CI TAGLIERANNO IL GAS!!!

Abbiamo provveduto a inviare comunicazioni ufficiali via PEC al Presidente dell’Unione Montana, LUCA TOGLIATTI, e al Sindaco di Lanzo, FABRIZIO VOTTERO, per sensibilizzare gli Enti pubblici, peraltro anch’essi vessati economicamente dai rincari, ad aiutarci.
Siamo certi che comprenderete il nostro dispiacere ma non riusciamo a trovare altre soluzioni, siamo allo stremo delle forze, da oltre 3 anni combattiamo per non chiudere ma ora non possiamo garantire che questo non accada≫.
È possibile sottoscrivere e versare il proprio contributo presso la segreteria dell’impianto, in Viale Tinetti s.n. o facendo un bonifico su c/c bancario IT45Y0608530870000000026159.
Per ogni donazione si riceverà la ricevuta, che è scaricabile fiscalmente.