• Mar. Lug 16th, 2024

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Balme nello spot del progetto di Poste Italiane “Polis-Dai piccoli Comuni si fa grande l’Italia”

DiElena.Caligiuri

Feb 1, 2023

ROMA – La capacità di saper custodire la storia del proprio paese e l’emozione di riuscire a trasmettere la forza delle piccole comunità di montagna, dei borghi, dei piccoli Comuni: il cuore vero e pulsante dell’Italia. Così Balme, con il racconto su Michele Angelo Castagneri, il suo territorio le sue particolarità, è diventato l’esempio da cui partire per illustrare l’evento “Polis-Dai piccoli Comuni si fa grande l’Italia” di Poste Italiane che si è tenuto a Roma lunedì 30 gennaio. Uno spot dinamico e divertente quello realizzato da Poste Italiane dove Balme diventa l’emblema dei tanti piccoli Comuni dove gli abitanti sono costretti a percorrere lunghe distanze per poter accedere a servizi o richiedere semplici certificati.

≪Uno dei miei bisnonni, Michele Angelo Castagneri, faceva il portalettere a Balme – spiega il sindaco Gianni Castagneri – e nel 1931, a soli 47 anni morì per quella che è oggi una banale appendicite, lasciando la moglie Giovanna e 6 figli, di cui uno di neanche due mesi, nella disperazione e nella più totale povertà. Ieri a Roma, ho dedicato a loro e a molti altri il mio pensiero più profondo. Presso il Centro congressi La Nuvola ho infatti potuto partecipare all’evento “Polis – Dai piccoli Comuni si fa grande l’Italia” di Poste Italiane, nel quale venivano presentati i numerosi servizi che rivoluzioneranno nei prossimi anni l’offerta postale nei piccoli comuni. Di fronte a migliaia di sindaci, giornalisti, ministri, il Presidente del Consiglio e il Presidente della Repubblica, in una giornata da incorniciare Balme ha avuto il privilegio di essere utilizzato per illustrare il video di presentazione del progetto. Essere lì è stato molto emozionante. Grazie a chi ha reso possibile tutto questo≫.

Ma chi vive nei piccoli Comuni conosce le difficoltà che ogni giorno bisogna affrontare con i tagli ai servizi che vanno ad incidere, come ha sottolineato all’incontro il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, “sulla vita quotidiana e quindi sulle opportunità di tanti nostri concittadini”.

«Finalmente non solo si torna a parlare di mantenimento dei servizi – prosegue il Sindaco Gianni Castagneri – ma si attiva un efficace progetto per il loro incremento. In passato ci sono state grandi battaglie anche solo per tenere aperto l’ufficio postale. I comuni insieme alle poste, ma anche i presidi sanitari, le parrocchie, le caserme dei carabinieri e delle forze dell’ordine, sono il simbolo stesso e più capillare di ogni comunità.
Oggi con questa iniziativa, che speriamo sia la prima di molte altre, si torna doverosamente a guardare con fiducia alle piccole realtà. Un’attenzione che andrà sviluppata dalle istituzioni e anche da tutti i gestori di servizi. Perché le aree decentrate potranno avere un ruolo determinante nel futuro che ci aspetta, nell’affrontare con consapevolezza le sfide che la nostra epoca ci impone, a partire da quelle sanitarie fino a quelle economiche, passando per le conseguenze che deriveranno dall’ormai evidente emergenza climatica».

I servizi accorciano le distanze

Intanto nei Comuni più piccoli, quelli coinvolti saranno 6.933, con finanziamenti stanziati fino al 2026,
il progetto Polis prevede che alle Poste si potranno richiedere una serie di documenti per i quali, normalmente, bisognerebbe spostarsi verso diverse sedi amministrative.
Alcune procedure riguarderanno i documenti d’identità e i certificati anagrafici:
richiesta carta d’identità elettronica, richiesta passaporto, richiesta primo codice fiscale per neonati
autodichiarazioni di smarrimento, richiesta di riemissione, o di un duplicato, di questi documenti
richiesta di duplicati della patente, richiesta di certificati di stato di famiglia, stato civile e anagrafici (nascita, morte, matrimonio, unione civile, cittadinanza, residenza…)

Altre pratiche rientrano nella sfera dei certificati giudiziari, dei certificati previdenziali o dei servizi alle Regioni: certificato di casellario giudiziario, cedolino della pensione, certificazione unica, modello Obis/M, prenotazione su Cup unico regionale (per visite mediche specialistiche e di diagnostica), autodichiarazione di esenzione per reddito.

Saranno previste inoltre altre procedure: denuncia di detenzione e trasporto di armi, rilascio o rinnovo della patente nautica, estratto conto delle posizioni debitorie, visura di planimetrie catastali, esenzione o esonero dal canone Rai, deleghe per soggetti fragili, Isee.