• Dom. Giu 16th, 2024

la Grafite

Natura, eventi, territorio

A Forno Alpi Graie, lungo la Stura, rifiuti e vetri rotti. Il sindaco scrive alla Prefettura e chiede maggiore controllo dell’intera area

DiElena.Caligiuri

Lug 18, 2023

GROSCAVALLO – I fine settimana estivi nella frazione più alta della Val Grande si fanno caldi, molto caldi. Ma non si tratta delle temperature, che anzi sono le uniche a concedere un reale ristoro dall’afa della città, quanto piuttosto a scaldarsi sono gli animi di chi si accampa in zona e dei villeggianti. Forno Alpi Graie, nell’area lungo la Stura, si trasforma così in un’area dove dominano cartelli che intimano a lasciar pulita la zona, cartacce, rifiuti, pentole e una serie di vetri rotti.

Una situazione che si ripete e che ha costretto nuovamente il primo cittadino di Groscavallo Giuseppe Giacomelli a scrivere alla Prefettura.

≪Avevo già segnalato in passato queste problematiche – spiega il sindaco – ma, purtroppo, attualmente stanno peggiorando e la situazione sta diventando fuori controllo, senza che io abbia gli strumenti per porre rimedio e per far rispettare le leggi.

Nel fine settimana arrivano presso il nostro Comune e soprattutto nel fondo valle molte persone, che si sistemano in tenda ed accendono fuochi, utilizzano barbecue, abusano di alcolici e schiamazzano disturbando i villeggianti. Ora la moltitudine di vetri rotti, ritrovati nella zona, sta creando un notevole pericolo per i bambini che sono in vacanza e che scorrazzano nei prati, oltre che agli animali degli agricoltori che invece possono ingerire e portarli allo morte. Ho inviato il Cantoniere e il Tecnico comunale per rimuovere il più possibile i cocci, ma la situazione deve essere risolta.

Dopo aver parlato telefonicamente con il Comandante della stazione dei Carabinieri di Chialamberto, il comandante della Compagnia di Venaria Reale Maggiore, ho chiesto che venisse organizzato un servizio, per almeno due / tre fine settimana consecutivi, il venerdì ed il sabato sera dalle 17,00 alle 02,00, in collaborazione con la compagnia Carabinieri di Venaria Reale, la Stazione Carabinieri di Chialamberto, i Carabinieri Forestali, la polizia locale e il primo Reggimento Mobile Piemonte. Con una iniziativa di questo tipo si dovrebbe riuscire a limitare e prevenire una situazione ormai fuori controllo e di sanzionare gli illeciti≫.