• Sab. Giu 15th, 2024

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Gli Scavalcamontagne per la prima volta nelle Valli di Lanzo e in tour nei rifugi della Bessanese: le operette approdano nelle vie e nelle piazze per poi salire in alta quota

DiElena.Caligiuri

Lug 26, 2023

VALLI – L’operetta in piazza, dalle Valli di Lanzo alla Val Germanasca: nel programma di agosto degli artisti girovaghi anche un tour in alta quota nei rifugi della Bessanese.

Fra celebri arie d’operetta e brani ispirati dalle parole di Montalbàn, gli Scavalcamontagne
approdano per la prima volta nelle Valli di Lanzo e Germanasca, che tanto hanno da
offrire a livello naturalistico, culturale ed enogastronomico. Oltre a essere luogo ideale per gli
appassionati del trekking.
Dopo oltre un mese di spettacoli sulle piazze dell’Alessandrino, nell’Astigiano e nel Cuneese (con
qualche tappa anche in Liguria), gli artisti-girovaghi che rappresentano una versione moderna delle antiche compagnie di giro, hanno raccolto consensi anche in Toscana, al festival “La Rinascita della Bellezza” organizzato dall’associazione Catalyst e dal Teatro Corsini, al Mugello, vicino a Firenze. Ma l’attività iniziata ai primi di giugno prosegue per una stagione estiva di spettacoli ancora più densa delle precedenti.
Lo scorso anno gli Scavalcamontagne percorsero 400 chilometri a piedi spostandosi da un paese all’altro, accompagnati in lunghi tratti da trekker e appassionati, sollecitati attraverso i social. Quest’anno toccheranno 45 comuni, oltre 600 i chilometri preventivati. L’idea è nata nel 2020 e ogni anno il tour è diventato più corposo. Dopo i difficili momenti del lockdown la scelta di sostituire la “valigia dell’attore” con lo zaino da trekking si è rivelata azzeccata.
L’obiettivo è portare spettacoli nei piccoli borghi di territori meno conosciuti e attrarre un turismo green attraverso la promozione della rete dei sentieri. E’ nato così un gruppo di paesi che lavora in rete per organizzare eventi. ≪Siamo contenti che il messaggio sia stato compreso –spiegano gli ideatori del progetto –. Collaboriamo anche con un’agenzia di Torino. Verticalife organizza attività outdoor in tutto il mondo e si è impegnata a creare e proporre pacchetti turistici collegati al nostro tour. Lo spirito di Scavalcamontagne è stato colto in pieno≫.
Il progetto degli Scavalcamontagne è autosostenibile grazie a un piccolo cachet garantito dai Comuni e dalle offerte libere del pubblico, ma è stato aiutato anche da un crowdfunding lanciato sul sito ideaginger.it, che ha fatto crescere intorno al gruppo di artisti una piccola comunità, orgogliosa di contribuire alla creazione degli spettacoli, dietro cui ci sono giornate di scrittura, di prove, spese per costumi, impianto tecnico, elementi di scena, il lavoro di un regista. In questo modo è stata realizzata la nuova produzione, l’operetta “Un cavallino bianco”.

CHI SONO

Attori e cantanti professionisti con esperienza nel mondo dell’operetta e nel teatro brillante in genere, gli Scavalcamontagne sono anche amanti della natura, profondamente convinti che dai cosiddetti “territori marginali” si possa e si debba ripartire per portare aria nuova nel settore arte, cultura e turismo. Ideatori del progetto sono Irene Geninatti Chiolero, soprano lirico, attrice e anche un po’ acrobata, e Danilo Ramon Giannini, attore, cantante e performer. Con loro ci sono l’istrionico Claudio Pinto Kovačević, attore e regista, e Daniela d’Aragona, prorompente attrice caratterista dall’animo partenopeo. Al pianista Stefano Nozzoli si sono aggiunti quest’anno Nicanor Cancellieri (flautista, oltre che attore) e il fisarmonicista Julyo Fortunato.

LE DATE IN VAL DI LANZO

Martedì 1° agosto, sulla piazza Brigata Alpina Taurinense (piazza del mercato) di
Chialamberto, sarà messa in scena la nuova produzione, “Un cavallino bianco”, con la regia di
Gianfranco Vergoni, già collaboratore della Compagnia della Rancia: “Quando mi è stato chiesto
di preparare una versione molto agile dello spettacolo, con 4 attori per 12 personaggi all’insegna
di un ritmo vorticoso – racconta Vergoni – mi sono detto che non potevo rifiutare un’esperienza
simile. La sfida mi ha intrigato: ho subito capito che a questo gruppo avrei potuto chiedere
qualunque cosa”.


Il giorno successivo, mercoledì 2 agosto, nel salone delle feste di via della chiesa 38, a
Cantoira, sarà proposto l’allestimento di “Una Cin Ci La”, originale rilettura della celebre
operetta, che parte da quest’idea: che accadrebbe se la vecchia lanterna cinese dimenticata in
soffitta prendesse vita e i suoi personaggi si animassero per raccontare le loro storie?
“Ricette e Sinfonie” è invece uno spettacolo liberamente tratto da “Le ricette immorali’ di Manuel
Vázquez Montalbán, vero e proprio manuale di seduzione, con parole talvolta languide, talvolta
piccanti, fra assaggi e astuzie. Il tutto è condotto attraverso le note del pianoforte, arie d’opera e
canzoni italiane d’altri tempi. Sarà proposto giovedì 3 agosto in piazza Europa, a Ceres.


Venerdì 4 agosto il ritmo indiavolato di “Un Cavallino Bianco” animerà il cortile del castello di
Mezzenile, mentre sabato 5 agosto sulla piazza del piccolo borgo di Bertesseno (frazione del
comune di Viù) sarà messa in scena “Una Cin Ci La” e domenica 6 agosto lo spettacolo “Ricette
e Sinfonie ” chiuderà la settimana nella sala polivalente di Lemie, in strada Don Caccia.

Gli spettacoli cominciano alle 21 e si tengono al coperto in caso di pioggia: l’ingresso è gratuito,
l’uscita “a cappello”, ovvero con offerta libera secondo la più genuina tradizione del teatro di
strada.

TOUR DELLA BESSANESE

Dal 9 al 12 agosto gli Scavalcamontagne affronteranno il tour della Bessanese:
un’insolita esperienza di spettacoli ad alta quota, dopo che gli stessi attori, tenendo fede al loro
nome, si saranno cimentati in escursioni lungo un percorso ad anello che tocca tre rifugi. Li
accompagnerà l’esperta guida Elia Origoni: chi volesse unirsi al gruppo in quest’esperienza può
contattarlo al 338-5998484.
Nel primo rifugio, il Cibrario (a 2616 metri), gli Scavalcamontagne proporranno mercoledì 9
agosto “Galà di Operette”, mentre giovedì 10 agosto al rifugio Averole si esibiranno in
“Ricette e Sinfonie”: lo faranno in francese, in omaggio al luogo, che si trova già oltre confine.
Terza e ultima data venerdì 11 agosto al rifugio Gastaldi: sarà il debutto (data unica per il
2023) dello spettacolo “Viaggio in Italia”, dove gli attori si muoveranno all’interno di una
macchina musicale immaginaria alimentata dalle note e dalla fantasia per condurre gli spettatori
alla scoperta di luoghi, storie, tradizioni e meraviglie nascoste delle nostre canzoni popolari.
Questi tre spettacoli vedranno di scena Irene Geninatti Chiolero e Danilo Ramon
Giannini, Claudio Pinto Kovačević, accompagnati dalla fisarmonica di Julyo Fortunato, polistrumentista nippo-
genovese, definito dai suoi compagni di strada “avventuroso e un po’ folle, come tutti noi, del
resto”.

IN VAL GERMANASCA

Due date del calendario degli Scavalcamontagne sono nell’area dell’Ecomuseo delle Miniere e precisamente domenica 13 agosto a Salza di Pinerolo dove presenteranno “Ricette e Sinfonie” e lunedì 14 agosto a Pomaretto con “Un Gala di Operette”, in locali messi a disposizione dalla Pro loco, sempre accompagnati dalla fisarmonica di Julyo Fortunato.