• Mer. Feb 28th, 2024

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Domenico Lafasciano con la sua antica Lira – Chitarra di oltre duecento anni suonerà a Chialamberto. Recentemente è stato ospite allo show televisivo di Rai 1 “Soliti Ignoti”, condotto da Amadeus

DiElena.Caligiuri

Lug 30, 2023

CHIALAMBERTO – Ha ben 217 anni la lira chitarra che, grazie all’abilità del maestro Domenico Lafasciano, animerà la serata di sabato 5 agosto, con un concerto spettacolo.
Presso la chiesa parrocchiale alle 21 si potranno ascoltare tantte curiosità e il particolare suono della preziosa Lira – Chitarra costruita a Parigi nel 1806 dal liutaio Henry Lejeune.
Domenico Lafasciano è uno dei pochissimi chitarristi al mondo a tenere Concerti con una antica Lira-Chitarra costruita oltre 200 anni fa!
Lo strumento fa parte della collezione privata del chitarrista nato a Torino nel 1955 e che dal 1978 ad oggi, ha suonato nelle maggiori città e capitali di 36 Stati nei 5 Continenti ospite di Festivals internazionali e programmi radio-televisivi, invitato dalle Ambasciate a rappresentare l’Italia nel mondo.
Il maestro Lafasciano ha suonato recentemente la sua preziosa Lira-Chitarra allo Show televisivo di Rai 1 “Soliti Ignoti” condotto da Amadeus facendo così conoscere questo storico strumento a circa 5 milioni di telespettatori. Inoltre è stato uno dei pochi chitarristi a cui è stato concesso di suonare una chitarra del 1797 appartenuta al leggendario Niccolò Paganini conservata nel Palazzo Tursi di Genova.
Lafasciano interpreterà alcune raffinate pagine dei più grandi chitarristi del primo Ottocento come Mauro Giuliani, Ferdinando Carulli, Luigi Legnani, Filippo Gragnani ed anche del piemontese Francesco Molino che nacque ad Ivrea nel 1768 e si trasferì a Parigi dove si affermò come una vera Star della chitarra classica.
Nel programma anche alcune composizioni di Niccolò Paganini; il “diabolico” violinista che fu anche apprezzato come eccellente chitarrista.
Un’occasione rara per poter ascoltare le sonorità di questo curioso strumento che fu amato anche da grandi personaggi come Beethoven, Napoleone Bonaparte, Maria Luisa d’Austria, Maria Cristina di Borbone.

«La Lira Chitarra – spiega Domenico Lafasciano, maestro di chitarra classica- è uno strumento esclusivo ed affascinante che brillò nei Salotti nobili d’Europa nell’Età Napoleonica, fra la fine del Settecento ed il primo ventennio dell’Ottocento.
Con la sua forma raffinata ed elegante che ricorda l’antica Lyra greca, è sempre stato uno strumento molto amato dal gentil sesso. Era considerata all’epoca una sorta di status symbol.
Mi è capitata l’occasione di acquistarne una e mi sono immediatamente appassionato a questo particolare e storico strumento. E’ complicato, ovviamente, bisogna abituarsi, il tocco è diverso. Inoltre rientra in un panorama affascinante, ancora tutto da scoprire. A Chialamberto oltre al concerto verranno anche proiettate delle immagini così da comprendere al meglio le particolarità della Lira Chitarra».