• Gio. Giu 20th, 2024

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Fiera di San Martino e Viuleta una combinazione perfetta che unisce e trasforma ogni attimo in festa

DiElena.Caligiuri

Nov 6, 2023

VIU’ – Nonostante l’anticipo di una settimana, deciso per evitare concomitanze con altri eventi sul territorio, in un momento in cui la viabilità, a causa della chiusura della galleria di Lanzo, genera qualche problema, San Martino ha regalato ai Viucesi una giornata di sole neppur troppo rigida, cosa che ha favorito la presenza degli espositori alla Mostra Mercato, quella dei visitatori, attratti dai menu a prezzo
convenzionato e dei valligiani, impazienti di partecipare a una festa ritornata appieno nel solco della
tradizione. Gruppi musicali di eccezionale bravura, individuati dal Direttore artistico della Viuleta Soun, Flavio Giacchero, hanno accompagnato la giornata esibendosi all’aperto nelle vie e nelle piazze di Viù, ove si è potuto respirare un clima festoso, in spirito con i molti figuranti in costume tradizionale, che hanno danzato con semplicità, coinvolgendo anche i bambini, fieri di essere parte integrante della festa.
La giornata si è aperta con la commemorazione del 4 novembre, presso il Monumento dei Caduti; agli
Alpini il merito di coltivare la memoria del passato e di proporla in una giornata in cui è possibile fare
arrivare il messaggio a tutti coloro che sono a Viù per la Patronale. Tra le autorità civili anche il
Presidente dell’Unione Alpi Graie, Gianluca Blandino, che ha accompagnato la cerimonia al monumento
con le Autorità Militari e le associazioni. La cerimonia religiosa, preparata con cura da Don Domenico, ha visto il ritorno della processione lungo le strade del paese: grande partecipazione, i sindaci dell’Unione Montana, le Associazioni locali, moltissimi Viucesi e villeggianti in costume, provenienti dal concentrico e dalle diverse frazioni del territorio. Un plauso alle Forze dell’Ordine, alla Polizia Locale dell’Unione Montana Alpi Graie e ai Volontari per aver saputo gestire la viabilità in modo impeccabile.

SCORRERE LE IMMAGINI (FOTO DI GIACOMO PESSAROSSI)


Al ritorno in Chiesa, sul sagrato inondato da uno splendido sole, nella cornice delle montagne imbiancate
dalla recente nevicata: presentazione dei gruppi di Viuleta Soun con le fanfare locali di Cantoira, Ceres,
Lanzo, Mezzenile e Viù, i Violons du Rigodon delle Alpi francesi, il Gruppo dell’Arco Orobico, i Lampetròn
delle 4 Province e il duo occitano di Silvio Peron e Gabriele Ferrero. Naturalmente danze aperte a tutti i
figuranti in costume. Nel frattempo, sul piazzale parcheggio, le Pro Loco di Ceres, Germagnano, Lemie, Mezzenile, Rubiana, Traves, Usseglio e Viù si sono preparate ad accogliere con i piatti della tradizione i turisti saliti in Valle. È un momento particolarmente piacevole: condividere il cibo crea comunità, così come il rendersi conto che ogni Pro loco lavora con passione per il proprio territorio e che questa passione aiuta a far rete, a unire le forze e a superare i momenti di scoraggiamento.
Grande entusiasmo anche tra i commercianti, alcuni dei quali hanno scelto di presentarsi con una tenuta
da lavoro consona al clima della giornata: gonna lunga, grembiuloni della nonna, camicie civettuole,
come dire che “anche l’occhio vuole la sua parte”, che il cliente apprezza, insieme con la gentilezza e la
genuinità dei prodotti. A conclusione di una giornata davvero memorabile, il Sindaco ha dichiarato: ≪Per me questo è l’ultimo San martino da sindaco; sono stati 15 anni bellissimi di cui ringrazio tutti i concittadini. Viù merita tutto il nostro rispetto e tanta tanta passione per poter essere sempre come è stata oggi. Grazie a tutti, sono stanca, ma felice dei complimenti che stanno arrivando e che condivido con tutta la cittadinanza, perché sono merito dell’intera comunità≫.