• Mar. Lug 16th, 2024

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne: Ciriè e Lanzo hanno risposto camminando insieme. Tante le iniziative organizzate

DiElena.Caligiuri

Nov 26, 2023

CIRIE’ – In occasione della 𝐆𝐢𝐨𝐫𝐧𝐚𝐭𝐚 𝐢𝐧𝐭𝐞𝐫𝐧𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐚𝐥𝐞 𝐩𝐞𝐫 𝐥’𝐞𝐥𝐢𝐦𝐢𝐧𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐯𝐢𝐨𝐥𝐞𝐧𝐳𝐚 𝐬𝐮𝐥𝐥𝐞 𝐝𝐨𝐧𝐧𝐞, ieri, 25 novembre, donne e uomini, adulti a ragazzi, tinte di rosso hanno attraversato il centro di Cirié per la Camminata Consapevole, organizzata dall’ASLTO4 in collaborazione con la Città di Cirié e con la Città di Lanzo T.se. Un modo convinto e partecipato per dire insieme basta alla violenza sulle donne, alla violenza di genere e a ogni tipo di sopruso e abuso.

La Camminata ha avuto inizio davanti all’Ospedale di Cirié ed è stata anticipata dall’inaugurazione della panchina rossa realizzata dal Lions Club Cirié D’Oria: un simbolo contro la violenza verso le donne che d’ora in avanti capeggerà proprio laddove ogni giorno tante donne si rivolgono a medici e infermieri in cerca di aiuto e assistenza.

SCORRERE LE IMMAGINI

Prima di prendere il via verso il centro di Cirié, il team della Rete della Violenza di Genere dell’ASL TO4, insieme alle referenti del progetto “Le radici del coraggio, oltre al Sindaco di Ciriè Loredana Devietti e al Sindaco di Lanzo T.se Fabrizio Vottero hanno salutato tutti i presenti (tra cui tanti esponenti delle amministrazioni comunali coinvolte) e spiegato non solo la ratio della Camminata ma anche le tante iniziative organizzate in città durante la giornata.

Dalla splendida performance dell’associazione Macapà, dal titolo “𝐍𝐨𝐧 𝐩𝐨𝐬𝐬𝐨 𝐯𝐢𝐯𝐞𝐫𝐞 𝐧𝐞́ 𝐜𝐨𝐧 𝐭𝐞 𝐧𝐞́ 𝐬𝐞𝐧𝐳𝐚 𝐝𝐢 𝐭𝐞”, alla distribuzione del pane venduto oggi in città attraverso le buste che riportano la frase “𝐩𝐞𝐫 𝐭𝐫𝐨𝐩𝐩𝐞 𝐝𝐨𝐧𝐧𝐞 𝐥𝐚 𝐯𝐢𝐨𝐥𝐞𝐧𝐳𝐚 𝐞̀ 𝐩𝐚𝐧𝐞 𝐪𝐮𝐨𝐭𝐢𝐝𝐢𝐚𝐧𝐨” e il numero gratuito 𝟏𝟓𝟐𝟐, riferimento telefonico da contattare in caso di violenza e stalking.

Il Sindaco Devietti ha anche ringraziato i tanti ragazzi degli istituti scolastici ciriacesi presenti alla Camminata che hanno donato fiori rossi alle donne e ragazze presenti: un gesto simbolico al tempo stesso ricco di significato perché rimanda a quell’idea di rispetto e cortesia che dovrebbe contraddistinguere il rapporto tra i sessi e tra le persone in generale.

Molti negozi del centro abbiano dedicato la propria vetrina alla Giornata contro la violenza sulle donne, con oggetti, scritte e fiori rossi: un bel modo per partecipare attivamente alla giornata e per farsi portavoce di un messaggio comune.

Durante la Camminata lungo via Vittorio Emanuele II, veramente di grande impatto, ci sono poi stati dei momenti di riflessione e di lettura su tematiche specifiche condotte sia dal personale ASL che dal Sindaco Devietti, dalla Comandate della Polizia Locale Tiziana Randazzo che dall’associazione La rete delle donne.

È stata proprio La rete delle donne a condurre infine un piccolo flash mob in Borgo Loreto, ricreando con dei fili di lana quella rete di cui tutte le donne, tutta la società, ha bisogno per difendersi dai comportamenti violenti e far fronte comune per ottenere giustizia e cambiamenti veri.

Infine, la Croe Rossa Italiana attraverso la proposta del Comitato di Fiano ci ha aiutato a dare ulteriore significato alla mattinata, concludendola con un’iniziativa di grande impatto dal titolo 𝐂𝐨𝐧𝐭𝐫𝐨 𝐥𝐚 𝐯𝐢𝐨𝐥𝐞𝐧𝐳𝐚 𝐬𝐮𝐥𝐥𝐞 𝐝𝐨𝐧𝐧𝐞 𝐫𝐨𝐦𝐩𝐢𝐚𝐦𝐨 𝐢 𝐥𝐮𝐨𝐠𝐡𝐢 𝐜𝐨𝐦𝐮𝐧𝐢: i volontari e il personale della Croce Rossa ha infatti allestito un’esposizione di piatti da cucina di uso quotidiano, in ceramica, decorati con espressioni, sovente utilizzate dai mass media e nel linguaggio comune, per minimizzare episodi di cronaca legati alla violenza sulle donne, oltre a frasi spesso usate dal “maltrattante” per motivare i suoi comportamenti violenti. Durante la giornata – stamattina in via Vittorio e nel pomeriggio in Piazza San Giovanni – molti di quei piatti verranno ridotti in frantumi (in uno spazio apposito e con le dovute precauzioni).

SCORRERE LE IMMAGINI