• Gio. Feb 22nd, 2024

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Patronale di Sant’Anastasia, dove le emozioni e la voglia di stare insieme rinnovano la tradizione

DiElena.Caligiuri

Nov 26, 2023

MONASTERO – La tradizione della festa patronale di Santa Anastasia si è rinnovata anche quest’anno a Monastero.
Il piccolo centro montano della Valle del Tesso si è animato dal 17 al 20 novembre, giorni nei quali si sono alternati momenti religiosi e culturali, con la rievocazione di antiche tradizioni, e momenti gastronomici e di divertimento, che hanno riscosso un grande successo.
Le serate danzanti hanno visto esibirsi le orchestre “Aurelio Seimandi” e “Diego Zamboni”, che hanno reso felici i fan accorsi, e l’alternarsi delle corali “Corde Locali di Viù”, “Cantori del Canavese” e “Cantori di Mezzenile” che hanno allietato il pubblico con i canti della tradizione. Le serate di intrattenimento sono state sempre precedute da appuntamenti gastronomici, proposti dal nucleo cucine della pro loco
coordinato da cuochi esperti.
Domenica 19 novembre c’è stato il clou della manifestazione. Al mattino sono state sistemate nel piazzale mercatale le bancarelle dei partecipanti alla 16^ edizione del Mercatino di Natale, organizzato dal “Gruppo Donne Rosa” di Monastero, con i loro lavori artigianali che hanno suscitato la curiosità del pubblico.


La presenza dei priori: Anna e Livio Benedetto Mas, Francesca e Paolo Benedetto Mas ha reso più solenne la santa messa celebrata dal parroco don Franco Gribaudo, durante la quale è stato distribuito il pane benedetto della “carità”. Alla funzione religiosa è seguita la processione con la statua della patrona portata per le vie del paese e scortata dai Priori, dal sindaco Maurizio Togliatti con il gonfalone comunale,
sulle note della filarmonica La Montanara diretta dal maestro Giacinto Alasonatti.
Dopo l’omaggio ai caduti, in ricordo del IV Novembre, si sono svolti in piazza i balli delle curente, cui è seguito il pranzo conviviale con la presenza anche dei sacerdoti che durante l’anno garantiscono i servizi religiosi per la comunità.
Il pomeriggio è stato animato dalla splendida esibizione del Corpo Musicale di Germagnano, diretto dal M° Manuela Blessent.
Grande riscontro hanno anche ottenuto la mostra “Giochi e giocattoli di un tempo”, curata da Nicoletta Rodese, dalle donne dell’associazione e da Patrizio Colucci, e la mostra “Sognando la Merica” allestita da Ilmen Gavassa e Valentina Genovese.
I festeggiamenti hanno poi avuto un’appendice il lunedì con Sant’Anastasiëtta: una serata in compagnia gustando il risotto con la toma, per la gioia dei tanti estimatori del tradizionale piatto locale, accompagnati dalle note della Fanfara.
Risultano ancora non ritirati i premi della lotteria corrispondenti ai biglietti n° 22, 339, 854, 1088, 1176, 1396, 1617.
Al termine della manifestazione la presidente della Pro Loco, Nicola Ferroglia, ringrazia il “Gruppo Donne Rosa” e Nicoletta Rodes, il parroco, i Priori, i cuochi, la Protezione Civile, l’Associazione “Paolo Savant”, l’Amministrazione comunale e tutti coloro che si sono prodigati per la riuscita dei festeggiamenti.
Segnala già inoltre la prossima manifestazione che sarà la fiaccolata “Accendi l’Albero” che si terrà venerdì 8 dicembre in collaborazione con la pro loco di Coassolo (info: 340 3488312).