• Mar. Lug 16th, 2024

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Un successo la Mostra della Tavoletta e il nuovo libro del Comitato Ponte del Diavolo. Bruno Caorsi vince il concorso di pittura “Festa di paese”

DiElena.Caligiuri

Dic 10, 2023

LANZO- Grande successo di pubblico per le manifestazioni organizzate dal Comitato Ponte del Diavolo nel weekend dell’Immacolata. L’immancabile Mostra della Tavoletta ha tagliato il traguardo delle quindici edizioni ospitando i lavori di 35 pittori, con 105 opere ed una settantina di tavolette ammirate venerdì 8 e sabato 9 dicembre. Il sodalizio lanzese ha promosso anche un concorso di pittura, dal titolo “Festa di paese”; le tre giurie (popolare, tecnica e del direttivo del Comitato) hanno decretato il successo di Bruno Caorsi. Il balangerese, con la tela “Festa di autunno a Migliere”, con 203 punti ha preceduto Elena Bertoldo (160 punti con “La banda del paese”) e Giorgio Cestari (135 punti, “Festa di piazza”). Apprezzati anche i dipinti di Alessandra Barisone, Orsolina Cietto, Ferro Milon Cristina, Aurelio Togliatto, Anna Spataro, Valeria Landrino, Eva Caresio, Rosita Bisaia, Marilena Colombaro, Umberto Casotto, Sabrina Serra e Barbara Borini.
Il salone Agorà di piazza Rolle, nel pomeriggio di venerdì 8, ha ospitato anche la presentazione del nono volume della collana editoriale dell’associazione, “Comitato Ponte del Diavolo. 1977- 2023. La nostra storia”, che racchiude 60 tra le principali manifestazioni organizzate in nove lustri di storia. Con l’accompagnamento musicale di Alice e Sofia Rossatto, Lara Panerio ed Edoardo Popolani, allievi della scuola di musica di Arcangelo Popolani, il volume, pubblicato con tiratura limitata, è stato donato ai fondatori ed ai 68 soci che hanno ricoperto ruoli nei tredici direttivi sin qui eletti: presidenti, segretari, tesorieri e consiglieri.

SCORRERE LE IMMAGINI

Il libro nasce troppo tardi, ma anche troppo presto! – commenta Roberto Giardino Calcia, presidente del Comitato Ponte del Diavolo e autore della pubblicazione – Già in occasione dei vent’anni del sodalizio si cercò di mandare in stampa un volume che ripercorresse le principali attività ed i notevoli traguardi raggiunti nei quattro lustri che seguirono i seicento anni dalla delibera della costruzione del passaggio sulla Stura. Il primo direttivo di Sergio Peretti prese contatti con la Società Storica delle Valli di Lanzo, ma forse i tempi erano prematuri per un lavoro commemorativo. Il Comitato Ponte del Diavolo, fatta eccezione per “Splùe- Raccolta di poesie” (1988), non aveva ancora intrapreso il virtuoso percorso editoriale che sarebbe cominciato solamente nel 2009 con Sergio Papurello (Giòle). Il sogno di Peretti del 1998 venne così chiuso in un cassetto, rimandando il progetto a tempi più maturi.
Contemporaneamente, questo volume nasce con cinque anni di anticipo rispetto al prestigioso traguardo dei cinquant’anni, che verrà tagliato nel dicembre del 2027… e siamo sicuri che le iniziative, le manifestazioni, le rievocazioni ed i convegni dei prossimi direttivi non mancheranno di dare spunto per riempire riccamente altre pagine di storia.

Con “Comitato Ponte del Diavolo. 1977- 2023: la nostra storia” si vuole chiudere un cerchio cominciato con la pubblicazione di “Il ponte del Diavolo di Lanzo e le sue leggende”, ottavo titolo della collana editoriale dell’associazione, presentato a novembre del 2022 per dare ufficialmente il via al programma dei festeggiamenti per i quarantacinque anni di attività.
Condensare nove lustri di storia è stata un’impresa ardua, ma fortunatamente la precisione dei verbali delle sedute ed una minuziosa ricerca di archivio hanno agevolato il lavoro. Per comodità e per… “cabala” si è deciso di approfondire sessanta degli avvenimenti ritenuti più rilevanti, consapevoli di avere potuto
tralasciare il resoconto di manifestazioni che, come tutta l’attività di questi anni, sono state preparate dai direttivi, dagli associati, da soci e simpatizzanti con grande professionalità.
Sessanta! È la somma tra quarantacinque, il numero delle candeline spente dal Comitato Ponte del Diavolo il 17 dicembre 2022, e quindici, che nei tarocchi è il numero del Diavolo, protagonista bonario della associazione e simbolo scelto da Ines Poggetto e dal suo primo direttivo traendo spunto da un’illustrazione apparsa su Il Dagherotipo nel 1840, a margine di una delle più conosciute e nobili leggende sul ponte, scritta da Angelo Brofferio≫.