• Gio. Apr 25th, 2024

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Risorse aggiuntive per sostenere gli investimenti delle imprese turistiche

DiElena.Caligiuri

Mar 8, 2024

Il GAL Valli di Lanzo Ceronda Casternone ha ottenuto dalla Regione Piemonte delle risorse finanziarie aggiuntive per sostenere, ancora sulla programmazione dei fondi europei 2014-2022, una serie di interventi proposti dalle imprese del settore turistico ricettivo operanti sul nostro territorio.
Si tratta di circa 150.000 euro di contributi a fondo perduto, che sono stati già stati assegnati dal GAL a sei imprese che avevano presentato dei progetti di miglioramento e riqualificazione delle proprie strutture, ma per i quali i GAL non aveva più fondi europei, in quanto li aveva già tutti assegnati nei tempi previsti dai regolamenti comunitari.
≪Con questi fondi aggiuntivi – afferma Claudio Amateis, Presidente del GAL – siamo riusciti a sostenere tutti i progetti presentati nel 2023 dalle imprese che gestiscono ristoranti e posti letto sul nostro territorio. Siamo soddisfatti del lavoro svolto come GAL e ringrazio la Regione Piemonte per la fiducia accordataci≫.
≪Con queste risorse aggiuntive salgono ad oltre un milione di euro i contributi erogati dal GAL alle imprese del settore turistico – conclude Mario Poma, Direttore del GAL – che hanno potuto così migliorare la qualità e la tipologia di servizi erogati al turista (come ad esempio box e officine per le
bici, pulmini per il trasporto delle bike, piccoli centri benessere, solarium, ampliamento delle sale
ristoranti, etc.). Il costante confronto e la collaborazione con il Consorzio Operatori Turistici Valli di
Lanzo ha consentito di direzionare i fondi europei verso le reali necessità di intervento da parte
degli imprenditori locali, anche in ottica di attrarre maggiori flussi di turisti stranieri≫.
Sul sito del GAL ( www.gal-vallilanzocerondacasternone.it ) è possibile consultare anche la nuova
Strategia di Sviluppo Locale del GAL, che durerà fino al 2027, e nella quale sono previsti nuovi
contributi a fondo perduto, che il GAL intende assegnare già con un primo bando a fine anno.