• Gio. Apr 25th, 2024

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Cade la neve nelle Valli, ma anche i pali, internet, la luce e… il morale di chi in montagna vive e lavora

DiElena.Caligiuri

Mar 10, 2024

VALLI – In questi giorni ancora tanta neve caduta in Valle. Ma accanto alla bellezza di una coltre bianca attesa da tempo, non sono però mancati i disagi. Le Valli di Lanzo si sono ritrovate, a causa del crollo di alcuni tralicci, senza internet e con la corrente che funziona a singhiozzo.

≪”Il futuro è la fibra” ci hanno detto – commenta Marino Poma capogruppo Alpini di Ceres ed ex consigliere comunale – Allora via, tutti connessi e veloci. Indigestione di Giga per lavoro, servizi, svago. Condivisione di programmi, video, fotografie, visione di film online. Tutto bello e molto comodo. Se abiti in centro città.
Perché se abiti in montagna non è così. In montagna può capitare che piova, o addirittura che nevichi.
E se chi progetta le reti non si pone il problema e, invece di interrarlo, appende il cavo della fibra ai pali che portano le linee elettriche, può capitare che i pali cadano, trascinati dal peso della neve sulle tesate.
Il risultato è che da una settimana le Valli di Lanzo sono senza linea internet fissa, oltre alla consueta interruzione intermittente della corrente elettrica, risolta con fatica mediante l’uso di generatori e linee alternative.
Se internet si usasse solo per lo svago il problema sarebbe risolvibile. Un buon libro al posto di film o social e si starebbe anche meglio. Ma se internet lo si usa per lavoro le cose cambiano. Il danno alle attività delle valli è enorme.
È inutile pubblicizzare incentivi per il ritorno alla montagna se poi mancano i servizi elementari. Trasporti, sanità, istruzione, comunicazioni. Tutto è più complicato e difficile. Chi rimane dovrebbe essere premiato, non ostacolato. Invece spesso viene da pensare che bisogna essere davvero montanari dentro per voler restare nelle nostre comunque splendide valli.