• Lun. Giu 24th, 2024

la Grafite

Natura, eventi, territorio

A Ciriè spazio alla lettura con “Libri in Piazza”

DiElena.Caligiuri

Apr 10, 2024

CIRIE’ – Libri in Piazza, l’iniziativa di promozione della lettura curata dal CIS di Cirié, dalle cooperative Coesa e Animazione Valdocco, in collaborazione con la Pro Loco Dveisin Festareul, l’Istituto di formazione CIAC, l’Istituto di formazione superiore Fermi Galilei, l’associazione Muoversi Allegramente, con il patrocinio della Città di Cirié, torna a Cirié anche per l’anno 2024 e come consuetudine propone una serie di iniziative articolate, destinate soprattutto ai ragazzi e ragazze delle nostre scuole.
Oltre all’incontro dei ragazzi del l’Istituto Superiore Fermi Galilei del 9 aprile, con gli autori Perissinotto e d’Ettorre, verrà presentato giovedì 11 aprile, alle 17.45, presso la Sala Consiliare di Palazzo D’Oria (con accesso da via Dante) il libro dal titolo “Pinguini nel deserto – Strategie di resistenza allo stigma da Autismo e Trisomia 21 ” di Alice Scavarda. L’incontro, ad accesso libero e gratuito, è aperto a tutti e verterà sulle metodologie per meglio affrontare l’autismo e la trisomia 21 e aiutare le famiglie che si trovano a sostenere i ragazzi affetti da queste sindromi.
Sabato 20 aprile si svolgerà invece l’evento clou di 📖 Libri in Piazza, giunto alla settima edizione: Piazza San Giovanni, dalle 10 alle 18, ospiterà un vero e proprio mercatino dell’usato, il cui ricavato sarà devoluto alla Lida – sez. Cirié e Valli di Lanzo.
Nel pomeriggio, dalle 14.30 alle 17.30, sarà possibile partecipare al laboratorio “Un filo che unisce” a cura di Insieme Possiamo mentre alle ore 17 si terrà la premiazione del concorso letterario “Gli animali ci guardano” riservato agli studenti del Fermi-Galilei.
A disposizione dei più piccoli, uno spazio di lettura creato ad hoc.
Infine, sabato 24 aprile, presso la Tensostruttura di Villa Remmert, incontro con lo scrittore #RiccardoGazzanica che presenterà il suo libro dal titolo “Quello che non dicono – Storie di animali che ci insegnano a essere umani”, a cura degli studenti del Fermi Galilei.