• Mar. Ott 4th, 2022

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Nasce a Corio la nuova Pro Loco, a guidarla il giovane Umberto Fassero Gamba

DiElena.Caligiuri

Feb 27, 2022

CORIO – Venerdì è nata a Corio la nuova Pro Loco. A guidare il gruppo il giovane Umberto Fassero Gamba, affiancato da una affiatata squadra composta da Pietro Gava (vicepresidente), Greta Furno (tesoriere), Maurizio Pastore (segretario), Gloria Benedetto, Lucrezia Tabusso, Lionello Pagliero, Stefano Gallone, Sabrina Scolari, Valentina Molinar Min, Danilo Balma.
≪Un ringraziamento speciale – commenta Umberto Fassero Gamba – va a Don Claudio Baima Rughet, che per primo ha proposto la fondazione della Pro Loco, al sindaco Susanna Costa Frola, che ha sempre mostrato il supporto dell’amministrazione per questa iniziativa, a Marina Vittone, responsabile provinciale di UNPLI, a Sergio Pocchiola, responsabile UNPLI di zona, e a Maurizio Deffacis, presidente Pro Loco di Mezzenile, per l’aiuto che ci hanno fornito in questa fase costituente.
Ieri Sergio ha usato spesso la parola cooperazione: che bella parola, oggi più che mai! “Cooperazione” deve essere il nostro caposaldo ora e nel futuro. Cooperazione con l’amministrazione comunale, per poter presto sviluppare una convenzione e valutare insieme la fattibilità di patti di collaborazione; cooperazione con le associazioni che popolano ed animano il nostro territorio; cooperazione, infine, con le Pro Loco delle Valli, perché come spesso ripeto, dobbiamo lavorare tutti insieme per affrontare a muso duro il rischio di decrescita infelice e invertire la tendenza.
Abbiamo davanti a noi un periodo di riaperture, e non dobbiamo farci intimorire dall’incertezza che ancora caratterizza questo tempo, perché quando i progetti ci sono e quando c’è la volontà, gli obiettivi si raggiungono≫.


≪Dunque – continua il nuovo presidente – questa Pro Loco da domani si attiverà su tre fronti: Il coordinamento e lo sviluppo delle attività già presenti sul nostro territorio Coriese; la promozione di proposte nuove e di valore, veramente a favore dei luoghi in cui viviamo e che amiamo; lo sviluppo di relazioni con l’associazionismo attivo a livello sovracomunale ed extracomunale, per avere una promozione turistica inclusiva e non miope o di parte.
È il momento di aprirci, di far crescere idee, di prenderci per mano e decidere insieme in che direzione devono andare il nostro paese ed il nostro territorio.
Iniziamo oggi questo cammino insieme, ognuno di noi con il proprio bagaglio esperienziale: una comunità coesa, con un piede nel passato, e lo sguardo dritto e aperto nel futuro≫.