• Gio. Giu 20th, 2024

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Emozioni, ricordi e oltre 170 partecipanti per festeggiare il 50° anniversario di fondazione della Scuola Alberghiera di Ceres e i suoi fondatori, Ottorino Cicolini e la moglie Francesca Ippolito

DiElena.Caligiuri

Mag 1, 2023

CERES – Emozionante. Si sono ritrovati in più di 170, sabato 29 aprile, per il 50°anniversario di fondazione della Scuola Alberghiera di Ceres. Ex allievi, insegnanti, collaboratori e amici ceresini e non solo, hanno voluto onorare i fondatori di quell’importante eccellenza formativa, il sig. Ottorino Cicolini e la moglie Francesca Ippolito. Commozione, gioia, ricordi, sorprese, un mix di ingredienti che hanno reso la giornata ≪magica, unica ed irripetibile – spiegano gli ex allievi – come un piatto gourmet sfizioso e ricercato≫.

La piazza del Municipio di Ceres sin dalla mattinata si è riempita di amici provenienti da tutta Italia e dall’estero ed è stata un susseguirsi di abbracci, pianti ed emozioni, proseguiti durante la santa messa celebrata da Don Claudio Pavesio, che ha saputo cogliere e trasmettere a tutta la comunità presente il vero senso dell’evento.

Il coro parrocchiale e l’accompagnamento musicale guidato dal maestro Gian Michele Cavallo, insieme ad Alberto Dematteis e al maestro Emanuele Poma, che ha magistralmente eseguito con la tromba l’Ave Maria di Gounod, hanno regalato un momento di intenso coinvolgimento emotivo, reso ancora più importante anche per i festeggiamenti del 50°anniversario di matrimonio dei coniugi Cicolini, accolti al termine della funzione da un affettuoso lancio del riso.

La giornata è proseguita presso il piazzale grande Torino, sotto una parte del padiglione che ha da poco ospitato i cinque giorni di fiera “Le Valli in Vetrina”. Ad accogliere i presenti numerosi sindaci e l’assessore all’ Istruzione, Lavoro, Formazione professionale, Diritto allo Studio universitario della Regione Piemonte, Elena Chiorino che, dimostrando una sensibilità particolare nei confronti di questa storica realtà formativa, si è congratulata con i fondatori della scuola, apprezzando il forte ed importante impegno svolto.
Il sindaco di Ceres, che ha contribuito attivamente alla buona riuscita dell’evento, ha avuto parole di stima e gratitudine nei confronti della famiglia Cicolini e della profonda amicizia che la lega a Ceres. Non è mancato quindi un riconoscimento da parte dell’Amministrazione comunale che ha voluto donare una targa ricordo alla famiglia Cicolini. ≪Questa famiglia ha fatto davvero molto per il nostro territorio – commenta il sindaco Davide Eboli – portare una scuola del genere agli inizi degli anni ’70 a Ceres è stata una scommessa, una scommessa vinta, considerando quanti giovani di talento negli anni si sono specializzati in questo istituto, ma la soddisfazione più grande oggi è vedere come esperienze positive come queste siano impossibili da dimenticare, diventano parte della nostra vita e delle nostre scelte≫.

Dopo il taglio del nastro alla presenza dell’Assessore Chiorino e delle Autorità dei Comuni di Ceres, Viù e Mezzenile. A seguire il pranzo coordinato dall’ex allievo Remigio Vottero che gestisce attualmente l’azienda “Arte e Gusto”, che ha saputo guidare con maestria tutto il suo staff di sala e cucina.

≪Il loro modo di porsi amabile e professionale – raccontano gli ex allievi – ha reso ancora più speciale questo momento. Un particolare abbinamento dei tavoli ai più famosi ed importanti locali storici del mondo ha voluto raccontare quanto la professionalità sia fondamentale per arrivare all’eccellenza.
In particolare si è voluto valorizzare e ricordare i locali che hanno fatto la storia di Ceres, il grande Albergo Ceres ex albergo Curra’, il ristorante Valli di Lanzo e non ultimo il Bar Europa ex Bar Bianco≫.

Il ricevimento si è avvicendato con numerose testimonianze, ricordi e collegamenti in diretta con l’Australia, le isole Mauritius, la California, la Florida, la Finlandia, ricevendo i saluti di cari amici, ex allievi e allieve. Da ogni parte del mondo un pensiero è stato ricorrente: ≪ Il forte legame, il senso di appartenenza che ha contribuito a formarci come persone e come abili professionisti, l’affetto e la riconoscenza profonda nei confronti del signor Cicolini e della moglie Francesca, sono i sentimenti dominanti di questo evento ed è giusto onorarli così, oggi, tutti insieme≫.

Altrettanto significativa la consegna alla sig.ra Francesca dell’albero della vita ≪in quanto “simbolo della crescita personale” era doveroso consegnarlo a lei per riconoscerle il forte impegno e la dedizione materna che ha profuso verso tutti gli ex allievi≫.

È stato inoltre consegnato alla famiglia Cicolini il gagliardetto dell’Associazione Cuochi della Mole a nome del Presidente Francesco Gallo.

≪Siamo davvero commossi da questa immensa manifestazione d’affetto, – hanno concluso i coniugi Cicolini, accompagnati dai figli Serena, Ignazio e Giuliano – non ci aspettavamo un’accoglienza così sentita, così curata nei minimi dettagli e siamo onorati di tutto questo. Un forte ringraziamento, oltre a tutti voi, va inoltre a tutta la comunità ceresina che ci è sempre stata vicina negli anni, con sincero affetto.
Non possiamo che provare una immensa gratitudine per il vostro gesto e non potremo mai dimenticare quanto avete fatto. Aguri per la vostra vita e siate sempre forti, sempre forti!≫.

Stette di mano, abbracci, foto ricordo, pensieri di gratitudine raccolti in un “Registro di Classe” preparato ad hoc per l’evento, l’accompagnamento gioioso della Corpo Musicale di Ceres, la visita alla mostra fotografica allestita per l’occasione, un gadget per tutti offerto dal Caffe Vergnano e l’acqua Lauretana, hanno concluso un appuntamento importante e significativo che rimarrà nei ricordi di tutti, per sempre.