• Sab. Giu 15th, 2024

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Alessandro Mella tra i vincitori del Premio Internazionale “Bronzi di Riace” 2023

DiElena.Caligiuri

Set 12, 2023

La Calabria ha voluto, ancora una volta, donare un segno tangibile di affetto e vicinanza allo scrittore e divulgatore canavesano Alessandro Mella il quale sarà tra i premiati del Premio Internazionale Bronzi di Riace XXII edizione. Il premio è diventato, negli anni, uno dei più vincenti cavalli di battaglia dell’Associazione Proloco città di Reggio Calabria guidata da Giuseppe Tripodi. Il premio beneficia, tra l’altro, del patrocinio del Consiglio Regionale della Calabria, della Camera di Commercio, della Città Metropolitana e del Comune di Reggio Calabria e del Comune di Napoli. L’idea trainante fu l’anniversario del ritrovamento dei Bronzi di Riace, due pregiatissime statue in bronzo, due meravigliosi guerrieri, pezzi unici al mondo, rinvenuti nel Mar Ionio a poca distanza dalle coste calabre, divenuti simbolo della città di Reggio Calabria da dove il Premio nasce per poi diffondersi sul territorio nazionale ed internazionale. Da qui il parallelismo di voler insignire di un riconoscimento quelle personalità che, come fieri guerrieri, hanno combattuto per la crescita e lo sviluppo della Nazione distinguendosi, in Italia e nel mondo, per competenza e professionalità portando alto il nome della propria Terra. Al nostro Alessandro il premio è stato conferito con questa motivazione: « Per il vivo amore per la storia patria che l’ha portato alla pubblicazione di numerosi volumi e testi di grande importanza e tali da salvare figure dimenticate dall’oblio, per la passione con cui, frequentemente, partecipa a convegni e conferenze per condividere l’amore per la storia con gli altri. Per lo spirito guerriero e la tenacia con cui ha coniugato questa attività di studio, ricerca e divulgazione con le avversità di una vita caratterizzata da una salute difficile». Commosso il commento dell’interessato: «Sono davvero grato per quest’ulteriore manifestazione di stima ed affetto. Non posso che ringraziare, ancora una volta, gli amici reggini che tante gioie mi hanno donato recentemente».

Tra gli altri piemontesi premiati quest’anno l’illustre storico cuneese Aldo A. Mola. Numerosi i nomi prestigiosi che hanno avuto il premio negli anni passati quali Michele Vietti, il designer Fabrizio Giugiaro, il rettore Stefano Geuna, lo stilista Carlo Pignatelli, l’imprenditore Diego Della Valle, il tenore Andrea Bocelli, l’allora direttore del TG2 Gennaro Sangiuliano oggi Ministro dei Beni Culturali, il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana e molti altri ancora. Od anche importanti imprese nazionali come, quest’anno, l’Acqua Lete.

Una piccola gloria che, da lontano, giunge ad unire il nostro Piemonte alla bellissima Calabria. Recentemente Mella, che oltre alla saggistica si dedica frequentemente alla narrativa, si è anche posizionato tra i finalisti del prestigioso premio letterario “Scritture di Lago” e di quello “Racconti tra le Nuvole” ed ha avuto una menzione speciale, conferita dal presidente della giuria, il celebre scrittore Andrea Vitali, al premio letterario “Corenno in Giallo”.