• Gio. Giu 20th, 2024

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Il bosco e la natura: tutelare i luoghi che ci proteggono. Inaugurato un percorso ad anello, frutto di un progetto dei ragazzi dell’Istituto comprensivo di Ceres

DiElena.Caligiuri

Ott 1, 2023

CERES – Entrare nel bosco con gentilezza, con rispetto e godere dei benefici che la natura ci offre. Venerdì 29 settembre a Ceres è stato inaugurato il sentiero ad anello che parte dal ponte Vana, un progetto che ha coinvolto i ragazzi della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto comprensivo di Ceres. Un taglio del nastro rimandato a causa del maltempo a giugno scorso, ma che ora, con le belle giornate di settembre ha permesso a tutti di vivere un momento di piacevole condivisione.

«Abbiamo aderito – spiega l’insegnate Paola Tetti, che si è occupata di coordinare la realizzazione del progetto – ad un percorso regionale delle Scuole Eco- attive e abbiamo vinto con il progetto: “Nature is green, make it a queen”, titolo deciso dai ragazzi. Il filo conduttore dell’iniziativa riguardava appunto l’ambiente, l’amore per la natura. Grazie anche alla collaborazione con l’Ata, Associazione Tutela Ambiente, si sono svolti alcuni momenti conoscitivi importanti grazie al dottore forestale Fulvio Anselmo e alla vice presidente Ata Benedetta Gardino. I ragazzi nel corso dello scorso anno scolastico hanno aiutato a risistemare il sentiero, creato la cartellonistica scolpendo i vari cartelli con i nomi degli alberi in italiano, latino e patois di Ceres, inserendo dei Qr Code dove poter ottenere informazioni sulla tipologia di albero oppure di impronta storica come quello sistemato accanto al ponte. Venerdì abbiamo inaugurato tutto il percorso insieme ai ragazzi, al dirigente scolastico, ai docenti, ai collaboratori scolastici, ai genitori ad alcuni componenti dell’Ata Alfredo Gamba e Francesco Valfrè, all’Amministrazione comunale con il sindaco Davide Eboli. Un ringraziamento davvero a tutti per averci sostenuto e accompagnato in questo viaggio così coinvolgente».

SCORRERE LE IMMAGINI

E l’emozione non è certo mancata all’interno del bosco: alcuni ragazzi hanno suonato dei brani musicali e letto alcune parti tratte da libri scelti nel corso dell’anno. Un lavoro multidisciplinare che ha toccato vari argomenti, ma che soprattutto ha saputo toccare il cuore dei presenti. A parlare proprio di meditazione, creatività e connessione immersi nella natura è la vice presidente Ata, Benedetta Gardino che nel corso dell’anno ha tenuto una serie di lezioni ai ragazzi. «Ho seguito la parte del “Forest Bathing”, i “bagni di foresta” dove si riconosce alla natura e agli spazi verdi un grande potere benefico, peraltro già in parte noto alle antiche culture popolari”. Abbiamo analizzato la ricerca degli alberi che interagiscano con noi a livello energetico e i ragazzi sono sempre molto sensibili a questi temi. Si è trattato proprio di un lavoro corale, dove insieme si è potuto valorizzare un progetto e un percorso vicino alla scuola, tanti angoli preziosi che possono e devono essere valorizzati».