• Dom. Giu 16th, 2024

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Palazzo D’Oria e Giardino all’Italiana: proseguono i lavori di riqualificazione

DiElena.Caligiuri

Ott 18, 2023

CIRIE’ – Si stanno completando in questi giorni i lavori di restauro della facciata principale di Palazzo D’Oria che sta riacquistando i suoi eleganti colori originali e la sua maestosità grazie al progetto di riqualificazione avviato dall’Amministrazione, che porterà gradualmente al recupero totale dell’edificio e alla restituzione integrale delle sale alla cittadinanza.
Per ciò che riguarda invece il giardino all’italiana, proseguono i lavori di riqualificazione finanziati nell’ambito dei fondi PNRR che prevedono la riqualificazione dello spazio esterno, la realizzazione di impianto di irrigazione, di illuminazione e videosorveglianza e la creazione di un rinnovato spazio di socialità.
Propedeutica al nuovo assetto è stata la necessaria e imprescindibile rimozione di alcune specie arboree
esistenti, in collaborazione con la consulenza di esperti specialisti agronomi e con la Soprintendenza
Archeologia Belle Arti e Paesaggio. Attualmente i residui sono stati portati via e l’intera zona è ora pronta a ricevere le nuove piantumazioni e i diversi interventi legati al progetto.
≪Comprendo il dispiacere che il taglio di alcune piante ha generato – dichiara il Sindaco Loredana Devietti -perché anche io ho amato quei pini sotto cui giocavo da piccola e che hanno visto ‘battezzare’ il mio incarico da Sindaco. Purtroppo però per prendere decisioni ci dobbiamo basare su dati oggettivi e i dati oggettivi ci dicono che quegli alberi, non centenari ma risalenti solo a qualche decennio fa, non solo erano ammalorati ma decisamente instabili: le loro radici erano troppo piccole per reggerne il peso ed erano diventati ormai troppo pericolosi, legati tra loro con cavi ormai logori e inadeguati da tempo per scongiurarne la caduta in caso di forti eventi climatici. Non sono alberi adatti a queste latitudini per un centro abitato, è stata una scelta inopportuna sin dall’origine e noi abbiamo dovuto porvi rimedio. Cosa che è stata possibile grazie ai finanziamenti del PNRR che ci hanno dato la possibilità di mettere mano a questa problematica. Erano già caduti altri pini in precedenza (penso ad esempio a quello nel parco giochi di via Dante) e siamo contenti di aver avuto le risorse per poter intervenire e mettere fine a una situazione di pericolo latente. Naturalmente l’analisi puntuale delle diverse piante presenti ha anche consentito di conservare le specie in buona salute, a cui si sommeranno nuovi alberi che verranno piantati già nelle prossime settimane in sostituzione di quelli rimossi e in più verranno inserite panchine, arredi urbani, nuove aiuole e altre bellissime rose. Il nostro giardino non solo sarà più bello ma anche più sicuro e fruibile, più ospitale ed accogliente≫.