• Gio. Apr 25th, 2024

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Simona Tomaino finalista al premio internazionale Nabokov con “La Santa”

DiElena.Caligiuri

Mar 15, 2024

BALANGERO – Per il secondo anno consecutivo Simona Tomaino è arrivata finalista al premio internazionale Nabokov, oltre a ricevere un riconoscimento, hanno pubblicato la sua opera “La Santa”.

Il premio internazionale Nabokov si svolge a Novoli, “Città della lettura” a pochi chilometri da Lecce. Ogni anno vi partecipano decine di autori affermati o esordienti.

≪“La Santa”, il racconto che ho portato quest’anno al premio Internazionale Nabokov – Spiega Tomaino – è forse quello a cui sono più legata, poiché attraverso Antonia, la protagonista, parlo della condizione delle donne di un tempo e delle conseguenze nefaste della maldicenza, che più di ogni altra cosa, può distruggere una persona.
La vicenda si svolge a Tiriolo, paesino arroccato sui monti della Calabria in cui è nato mio padre, nei primi anni del Novecento.
Antonia è una ragazza che, come molte altre, lavora duramente ed è totalmente sottomessa al padre e ai fratelli, che la trattano come la serva di casa.
Il suo animo indomito però mal sopporta questa condizione.
Così, dopo l’ennesimo sopruso subito dal padre, fugge di casa a soli sedici anni e inizia una vita solitaria, randagia, nascosta agli occhi dei suoi compaesani, ma finalmente libera.
E’ per tutti una malafemmina, lei che in vita sua ha amato un solo uomo.
Un giorno però, accade un fatto straordinario, che nemmeno lei sa spiegarsi: per qualche ora appare come morta e al suo risveglio i suoi compaesani, che tanto l’avevano disprezzata, iniziano a considerarla come una Santa, capace di guarire malattie e infermità. E così la sua vita cambia e può prendersi la rivincita su tutti coloro che l’avevano fatta soffrire.