• Lun. Giu 24th, 2024

la Grafite

Natura, eventi, territorio

“Le Valli in Vetrina”: 10 anni di promozione, prodotti d’eccellenza, 10 anni di eventi, musica, cultura, 10 anni di bellezza. A Ceres dal 24 al 28 aprile

DiElena.Caligiuri

Apr 6, 2024

CERES – Dieci anni di promozione, di prodotti d’eccellenza e di sapori genuini, dieci anni di eventi, musica e cultura, dieci anni di lavoro, organizzazione e grandi soddisfazioni, dieci anni di Le Valli in Vetrina, dieci anni di bellezza.
L’evento ceresino più atteso della stagione festeggerà quest’anno il suo decimo anniversario: dal 24 al 28 aprile, cinque giorni di appuntamenti da non lasciarsi scappare.
Una Mostra Mercato al coperto con oltre cento espositori, laboratori creativi, sfilate, momenti culturali e di attualità, serate ricche di musica, cabaret e tanto divertimento. Domenica 28 poi mercatino degli hobbisti per le vie del paese e nei giorni 25, 27 e 28 aprile si potrà visitare il Museo delle Genti.
L’inaugurazione sarà il 24 aprile alla presenza delle autorità e di Gianduja e Giacometta della Famija Turineisa.
«Una decima edizione ricca di sorprese– commenta il primo cittadino di Ceres, Davide Eboli- saranno presenti ospiti di spicco, grandi serate musicali e danzanti con l’orchestra di Marianna Lanteri, i BLASCOKOM con un tributo a Vasco, per i più giovani ritmi scatenati con DJ SET 360°, i DISCOnnessi, serate di Caberet con Gian Luca Impastato direttamente da Colorado e a seguire un grande spettacolo pirotecnico. Sarà anche possibile visitare il Museo delle Genti e domenica spazio agli hobbisti per le vie del paese». Poi ancora un pomeriggio all’insegna della moda con “Simona Mode”, laboratori creativi con l’associazione Al Cicapui e una particolare attenzione alle eccellenze del territorio con Maria Dolores Alfano, Stefano Graneri e Mattia Turinetti.
Perché Le Valli in Vetrina, con i suoi oltre 1500 mq di padiglioni, metterà in mostra proprio il “saper fare” di artigiani, artisti, produttori, esercenti. Proprio loro che rappresentano ancora l’unicità umana di chi sa “inventare”.
Oltre cento espositori proporranno articoli frutto del loro lavoro, di sacrificio, ma soprattutto di dedizione, spirito d’iniziativa e di genialità.
Una “vetrina” bella da vedere e da vivere che da ben dieci anni continua ad attirare migliaia di visitatori, in un Comune come Ceres che la scorsa estate ha visto piazze, strade, vicoli del paese stipate da migliaia di giovani arrivati per festeggiare i 60 anni della storica birra danese “Ceres”.
E mentre sono ancora vivi i ricordi di una serata memorabile, la Pro Loco e tutte le associazioni locali si apprestano a mettere nuovamente in moto tutte le loro capacità organizzative per l’edizione 2024 di Le Valli in Vetrina.


«Anche quest’anno – spiega il presidente della Pro loco Roberto Praino – sarà attivo per tutto il periodo della fiera il servizio ristorazione, con menù sempre vari e sapori che esprimono tutta la genuinità del nostro territorio, per domenica poi si potrà gustare la grande polentata preparata in collaborazione con gli Alpini, il tutto al coperto sotto i padiglioni. Un servizio navetta gratuito renderà poi gli spostamenti più agevoli».
Una kermesse in grado di attirare un grande pubblico, ma che necessita d’altra parte di una grande coordinazione.
«Si tratta di una fiera – precisa Eboli – che è cresciuta di anno in anno, che ha comportato sempre un grande lavoro da parte di tutti con non poche difficoltà, ma che ha saputo credere nelle attività del territorio e nella promozione ed è stata ricambiata con la stessa energia e un grande entusiasmo.
Dal 24 al 28 aprile non si apriranno solo le porte della fiera, ma tutto il paese sarà in festa, con il Corpo Musicale Alpino pronto ad accompagnare i momenti più importanti, con la celebrazione in occasione del 25 Aprile, con i balli in costume tipico della nostra tradizione, con i priori che sapranno coinvolgere e intrattenere, con la Pro Loco, gli Alpini, la Protezione Civile, le associazioni e i volontari sempre pronti ad aiutare per far sì che ogni tassello sia sempre al posto giusto.
Dieci anni che parlano di noi, del nostro territorio, delle nostre Valli, di tutta quella bellezza che ogni anno si rigenera e ha sempre tanto da raccontare».