• Lun. Giu 24th, 2024

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Tutto esaurito al primo appuntamento di “Il Maggio dei Libri” con la presentazione di Carla Bertone “Guarire con l’arte”

DiElena.Caligiuri

Apr 25, 2024

CIRIE’ – Primo appuntamento ieri sera in una Biblioteca A. Corghi tutta “sold out” del ciclo “Il Maggio dei Libri” organizzato dallo staff della biblioteca.
Protagonista della serata, che ha visto la presenza dell’Amministrazione comunale, il libro di Carla Bertone, docente di Storia dell’Arte e critico d’arte, curatrice di mostre e storico, dal titolo “Guarire con l’arte”.
Attraverso le immagini del libro e le creazioni dell’artista Iller Incerti si è fatto un viaggio nelle emozioni e belle sensazioni che solo l’arte è in grado di regalare, scoprendo come le opere visive – e la bellezza – possano dare un contributo concreto alla salute e alla lotta contro specifiche patologie.
Carla Bertone è nativa di Mondovì ma da oltre 30 anni vive a Cirié con il marito e i due figli.
La a pieni voti in Estetica del Talento. Specializzata in arte sacra, svolge dal 1998 la professione di critico d’arte e consulente del giudice. Già docente di Storia dell’arte, come curatrice indipendente ha curato un centinaio di mostre istituzionali redigendo testi critici in catalogo. Con il marito Giuseppe collezionista di arte antica, moderna e contemporanea, collabora, con le più rappresentative istituzioni museali pubbliche e private sia in Italia che all’estero, concedendo prestiti ad importanti mostre temporanee. Carla Bertone mantiene sempre aperto il dialogo con gli artisti contemporanei per creare nuovi approcci alla fruizione estetica dell’arte nonché dar vita ad eventi e progetti benefici.


≪Per me l’arte è cibo, ossigeno, passione e, soprattutto, guarigione. Lo sapevate che andare al museo riequilibra i vostri valori sanguigni scompensati ed allo stesso tempo migliora il tono del vostro umore? Che negli ospedali che hanno opere d’arte appese alle pareti le degenze sono più brevi ed è per questo che esistono già molteplici musei-ospedale? Che, se una primipara osserva un bel quadro durante il travaglio ha una riduzione significativa della sua durata e del dolore? Che le persone dai 50 anni in su che hanno visitato un museo più volte all’anno hanno un tasso di incidenza di demenza bassissimo? Che l’artista trasmuta la propria sofferenza interiore nel divino attraverso la materia dando vita ad un’opera terapeutica? Che le persone con sintomi nella sfera dell’autismo migliorano notevolmente il loro rapporto con gli altri e la loro capacita di attenzione? Che fare arte cura l’Alzheimer? Questo saggio vi farà scoprire e comprendere i risultati del miracolo della bellezza≫.

Tutti gli appuntamenti de “Il Maggio dei Libri” avranno luogo alla Biblioteca Civica Corghi di via A. D’Oria 14/9 e sono ad entrata libera e gratuita.
Il prossimo sarà martedì 7 maggio con “Requiem di provincia” di Davide Longo.
Il ciclo “Il maggio dei libri” è realizzato in collaborazione con le librerie Ca’Libro, Ubik e Cavoretto e rientra nelle iniziative di “Cirié città che legge” e “Se leggi ti lib(e)ri”.