• Lun. Ott 3rd, 2022

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Per la Festa di San Michele nasce la “bisco-storia”, due giorni di curiosità ed eventi

DiElena.Caligiuri

Set 16, 2022

LANZO – Come ogni anno salutiamo l’estate con la festa di San Michele una festa di lunga tradizione ma quest’anno con alcune curiosità.
San Michele viene sempre rappresentato come un guerriero e la sua storia racconta di come riuscì a schiacciare sotto i suoi piedi il drago sconfitto in battaglia. E allora perché non cogliere l’occasione di questa ricorrenza per far conoscere anche ai bambini questa festa tradizionale legata alla figura di San Michele? ≪Da qui nasce l’idea della bisco-storia di San Michele -spiega Debora Fiore
Non sono i soliti biscotti solo da sgranocchiare o da inzuppare , ma dei biscotti che riescono a conservare nel palato il loro dolce sapore. Abbiamo personalizzato anche la confezione, quindi sono belli da esporre e poi alla fine aprire, giocare e mangiare. Abbiamo permesso ai biscotti di raccontare la storiella di San Michele, una storia fatta di creatività, da tenere tra le mani per sognare un po’≫.
Si parte con la festa di San Michele, sabato 24 con una sfida enigmistica a premi intervallata dall’esibizione di ASD il Quadrifoglio Rosso.
Serata in allegria con i Parlapà gruppo musicale folk piemontese e si potrà gustare la tradizionale polenta concia o di antichi mais con spezzatino o con cinghiale in civet.
Novità per i più giovani e giovanissimi menù Oktoberfest panino di hamburger o wurstel con crauti e patatine fritte.

Domenica 25 accoglienza dei priori sul sagrato della chiesa accompagnati da Les Contrebandiers.
Sorpresa a fine messa sul piazzale antistante aperitivo offerto dalla abbadia….. per far due chiacchiere…. d’altra parte le piccole comunità sono fatte così.
A seguire partirà un suggestivo susseguirsi di musica popolare, pranzo e animazione per i bambini. Ci lasceremo trascinare dal suono della “General Vincent Marching” band di San Benigno Canavese e concluderemo la giornata con la conferenza della signora Borla per ricordare il socio perpetuo dell’ Abbadia di San Michele, il professor Sergio Papurello.
Due giorni di festa per tutti quelli che vorranno trascorrere un weekend dedicato alla valorizzazione del Borgo e alle prelibatezze, nel percorso itinerante in via Sant’Ignazio, si potrà conoscere la chiesa di San Michele di Lanzo, la chiesetta con più di 500 anni di storia.