• Lun. Lug 4th, 2022

la Grafite

Natura, eventi, territorio

Parole, musica ed emozioni per la presentazione del libro “Il mio giardino lo sa” di Daniela Della Casa

DiElena.Caligiuri

Nov 3, 2021

CANTOIRA – Una serata ricca di emozioni quella che si è tenuta sabato 30 al Salone delle Feste dove Daniela Della Casa ha presentato il suo libro “Il mio giardino lo sa”. Un appuntamento organizzato dalla Biblioteca Comunale di Cantoira “Pietro Alaria” dedicati alla letteratura, alla storia, alla scoperta del nostro territorio e delle tradizioni.

Ad introdurre l’incontro il primo cittadino di Cantoira. «Siamo felici di poter avere nuovamente qui da noi Daniela – ha commentato Franca Vivenza – Dopo la presentazione del libro di poesie e del suo romanzo questa sera ci presenterà la raccolta di venticinque novelle. Le sue esperienze letterarie sono sempre molto variegate e il suo radicamento con il territorio decisamente forte, considerando che per anni ha insegnato proprio qui in valle. Ho letto il libro e subito mi è venuta alla mente l’idea della matrioska, come se fosse un racconto dentro un altro racconto, ogni pagina è molto evocativa. Vengono descritte ambientazioni, colori, profumi che ti riportano a situazioni analoghe che ognuno di noi potrebbe aver vissuto».

Presente all’incontro anche l’assessore di Lanzo Tina Assalto che ha letto una parte di una novella, fra le più struggenti, “Lettera alla madre”.

L’autrice insieme a Alberto Morella ha approfondito molti aspetti del libro e letto alcuni brani pieni di emozioni, sottolineati dalla voce di Anna  Magnaldi accompagnata dal fratello Daniele con la chitarra. Il primo brano Da “Emozioni” di Battisti a “Incontro” di Guccini, fino a “La cura” di Battiato, tutti i brani sono stati scelti con cura per accompagnare le specifiche letture. E mentre la curiosità e le domande del pubblico hanno reso vivace e interattiva la serata …”Ginevra osserva, ascolta, medita, ricorda , immagina e sogna. Il finale a sorpresa dona ancora maggiore significato al pensiero espresso in ogni novella che parte sempre da una realtà oggettiva per condurre il lettore nel passato, nel futuro, nell’irreale, nell’onirico, in luoghi impensati della mente“.